Caricamento in corso

Ficodindia

Valley of the Temples

Valley of the Temples

Il ficodindia ha origine azteca e ai primi conquistadores penetrati nelle foreste centroamericane apparve come «la più selvatica e la più brutta» delle piante del nuovo mondo, una specie di alieno rispetto alle migliaia di specie che popolavano la flora europea. Ma dopo qualche tempo, il ficodindia aprì un varco e colonizzò l'agricoltura mediterranea, uscì dai giardini delle corti dove veniva esibito come fenomeno eccentrico e diventò uno degli elementi del paesaggio siciliano.La tradizione contadina siciliana conosce numerosi usi dei suoi frutti, alternativi al consumo fresco, come l’estratto di un liquore sciropposo, i mostaccioli e la mostarda. Un tempo, i succulenti cladodi di forma convessa venivano impiegati come rudimentali scodelle durante i pasti. Nel 1891 un viaggiatore francese scriveva: “ Con una ventina di fichidindia… un siciliano trova la maniera di fare prima colazione, di pranzare, di cenare e di cantare nell’intervallo”.

Mostra menoUlteriori informazioni

Dettagli

  • Titolo: Ficodindia
  • Sede: Agrigento, Italia, 37.290879,13.585206
  • Diritti: Archivio fotografico del Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi

Contenuti consigliati

Traduci con Google
Home page
Esplora
Qui vicino
Profilo