Loading

Jar with Two Lug Handles and Short Neck

Unknownc. 2500 BC - c. 2300 BC

Museo d'Arte Orientale

Museo d'Arte Orientale

Questo vaso, dalle pareti irregolari, ha la forma e la decorazione tipiche della ceramica Banshan. Si presenta come un’olla globulare, espansa in alto e rastremata verso la stretta base, con un collo leggermente svasato. Due anse ad occhiello sono applicate simmetricamente al di sotto del diametro massimo del recipiente. La decorazione sul collo si limita a una linea ondulata nera sotto l’orlo irregolare e a una banda rossa all’attaccatura con il corpo del vaso. L’ornato principale è delimitato in alto da un cerchio nero attorno alla spalla, con trattini paralleli verso l’attaccatura del collo, e in basso da una linea nera orizzontale all’altezza delle anse. Si compone di quattro motivi a spirale equidistanti e ripetuti, collegati in un’unica fascia decorativa. Il centro di queste volute si colloca in alto sulla spalla del vaso: una circonferenza nera con il cerchio esterno tratteggiato; una seconda circonferenza dipinta in rosso prosegue in un’ampia voluta verso il basso per poi risalire e collegarsi in senso orario al cerchio rosso seguente. Queste direttrici principali rosse, dipinte probabilmente per prime, sono contornate dalle tipiche dentellature Banshan e sottolineate da larghe bande nere, tangenti alternativamente ai bordi superiore e inferiore della fascia decorativa.
Le dentellature nere delle terrecotte Banshan, che con l’andare del tempo diventeranno sempre più spesse, sono state interpretate per molto tempo come decorazioni specificamente funerarie. Il primo a chiamare questo motivo “death pattern” fu proprio lo scopritore della cultura di Yangshao, J. G. Andersson. La sua presenza su alcune ceramiche scoperte in un’abitazione del sito di Qinggangcha (Lanzhou, prov. Gansu) ha permesso tuttavia di scartare questa ipotesi.
Il tema decorativo di questo recipiente è derivato dalla spirale aperta a tre bracci di Majiayao e ricorda anche la decorazione interna della ciotole di questo periodo. Il centro della spirale, molto piccolo nello stile Banshan più antico, si ingrandisce fino a raggiungere, come in questo caso, quasi il doppio della sua dimensione originaria. Nel cerchio si aggiunge allora un punto, una diagonale o, come qui, un altro cerchio. La composizione della decorazione diviene allora più fluida, anche se i triangoli intermedi vengono spesso riempiti da altre linee nere e rosse: non è il caso di questa olla, dove gli spazi vuoti rimangono tali. Essi costituiscono l’originalità di questo pezzo , insieme con i trattini al centro della spirale che sono raramente rappresentati.
Pezzi simili, con decorazione in genere meno ariosa, sono stati ritrovati in numerosi siti. Vasi analoghi sono esposti inoltre nella collezione Brundage all’Asian Art Museum di San Francisco, in quella Sze Hong al Denver Art Museum e nel Museum of Far Eastern Antiquities di Stoccolma.

Show lessRead more
  • Title: Jar with Two Lug Handles and Short Neck
  • Creator: Unknown
  • Date: c. 2500 BC - c. 2300 BC
  • Physical Dimensions: w32.2 x h32.8 cm
  • Origins: Northwestern China (Gansu?)
  • Culture: Majiayao, Banshan type, middle period
  • Provenance: Comune di Torino
  • Type: Vessels
  • Rights: All Rights Reserved - MAO - Museo d'Arte Orientale, Turin
  • Medium: Earthenware, depicted decoration

Recommended

Home
Explore
Nearby
Profile