Loading

Il soggetto richiama l’opera di Liberare i carcerati, attività praticata dall’Ente per la scarcerazione dei detenuti per morosità nel pagamento delle tasse, a causa di condizione di povertà.Primo grande seguace Caravaggesco, Battistello immerge le figure nella più cupa ambientazione: l’angelo prende per mano l’apostolo incredulo e lo accompagna fuori dal carcere mentre i soldati, in basso, restano assopiti. Nel buio del vasto sfondo si scorgono appena le ali dell’angelo, una finestra e una porta a sinistra. Battistello, alla piena comprensione dell’arte pittorica del maestro Caravaggio, accompagna una definizione disegnativa e coloristica acquisita durante il periodo trascorso a Roma e richiami cinquecenteschi, come le sentinelle riprese da Raffaello, o il forte colorito di Orazio Gentileschi, visibile negli argentei bagliori della veste dell’angelo.

Details

Get the app

Explore museums and play with Art Transfer, Pocket Galleries, Art Selfie, and more

Recommended

Google apps