Loading

Taci, anzi parla, Oggetto 99

Lonzi Marta23 febbraio 1983 - 06 dicembre 1983

La Galleria Nazionale

La Galleria Nazionale
Roma, Italy

Raccolta parziale delle poesie pubblicate in Taci, anzi parla dal 1972 al 1974; ritagli incollati su carta di passi del Taci, anzi parla in cui vengono citate le poesie di Scacco ragionato.

Details

  • Title: Taci, anzi parla, Oggetto 99
  • Creator: Lonzi Marta
  • Date Created: 23 febbraio 1983 - 06 dicembre 1983
  • Transcript:
    Noi diciamo all'uomo, al genio, al visionario razionale che il destino del mondo non è nell'andare sempre avanti come la sua brama di superamento gli prefigu- ra. Il destino imprevisto del mondo sta nel ricomincia- re il cammino per percorrerlo con la donna come sog- getto. Riconosciamo a noi stesse la capacità di fare di questo attimo una modificazione totale della vita. Chi non è nella dialettica servo-padrone diventa cosciente e in- troduce nel mondo il Soggetto Imprevisto. Asseuso della stouna doi celebratici dell' aute Milano, harro 1971 La creatività maschile ha come interlocutore un'altra creatività maschile, ma come cliente e spettatrice di questa operazione mantiene la donna il cui stato e- sclude la competitività. La donna è condizionata in Prendendo coscienza della sua condizione in rapporto alla creatività maschile, la donna si scopre con due possibilità: una, quella usata fino ad ora, di raggiunge- re la parità sul piano creativo definito storicamente dal maschio, per lei alienante e riconosciutole dall'uo mo con indulgenza; l'altra, quella che il movimento femminista sta cercando, della liberazione autonoma della donna che recupera una sua creatività alimentata nella repressione imposta dai modelli del sesso domi- nante. Partecipare alla celebrazione della creatività dell'uo- mo significa cedere all'adescamento storico della no- stra colonizzazione nel suo episodio culminante se condo la strategia del mondo patriarcale. Privo della donna il culto della supremazia maschile diventa uno scontro caratteriale fra uomini. Assentandoci dai momenti celebrativi della manifesta- zione creativa maschile noi non diamo un giudizio ideologico sulla creatività né la contestiamo, ma, rifiu- tandoci di accoglierla, mettiamo in crisi il concetto che il beneficio dell'arte sia una grazia somministrabi- le. Non credere piú a una liberazione di riflesso fa u- scire la creatività dai rapporti patriarcali.
    Hide TranscriptShow Transcript

Get the app

Explore museums and play with Art Transfer, Pocket Galleries, Art Selfie, and more

Recommended

Google apps