Caricamento in corso

Testa femminile detta di “Teodora”

Scultore bizantino (?)VI secolo

Castello Sforzesco

Castello Sforzesco

La testa femminile detta di “Teodora”, eseguita forse a Costantinopoli, rimanda al pieno VI secolo e all’imperatore Giustiniano ed è uno dei capolavori conservati nei musei del Castello. Fu ritrovata nel 1846 durante gli scavi di via San Primo ed è per tradizione identificata con un ritratto dell’imperatrice Teodora, l’amatissima moglie di Giustiniano, in base alla somiglianza con l’effigie della stessa sovrana inserita nei mosaici della Basilica di S. Vitale a Ravenna. Anche il tipo di acconciatura è lo stesso, con i capelli raccolti entro un camauro impreziosito da un’elaborata corona di perle. I tratti, naturalistici e astratti allo stesso tempo, rendono questa testa un precoce capolavoro dell’arte bizantina: la morbida lavorazione delle gote e della bocca dialogano con la resa essenziale e geometrica dei volumi, come i capelli o i grandi occhi a mandorla. Questi, sbarrati e fissati verso un’insondabile lontananza, segnano la dimensione sacra della sovranità, in linea con la ritrattistica imperiale del periodo.

Mostra menoUlteriori informazioni
  • Titolo: Testa femminile detta di “Teodora”
  • Creatore: Scultore bizantino (?)
  • Data di creazione: VI secolo
  • Sede: Museo di Arte Antica, Castello Sforzesco, Milano
  • Dimensioni reali: 27 x 18 x 22 cm
  • Tipo: Scultura
  • Link esterno: https://arteantica.milanocastello.it/
  • Diritti: Comune di Milano - Civiche Raccolte Artistiche, Castello Sforzesco, Milano
  • Materiale: Marmo
  • Nazionalità artista: Bizantina

Contenuti consigliati

Home page
Esplora
Qui vicino
Profilo