Caricamento in corso

The Italian Pavilion at the 1867 - Opere

Padiglione Italia Expo Milano 2015

Padiglione Italia Expo Milano 2015

The Italian Pavilion
at the 1867 Universal Exhibition in Paris
112.50 × 89.50 cm
Tempera on canvas. Ufficio del Commissario Generale di Sezione per il Padiglione Italia. Voluta da Napoleone III (1808 - 1873) per consolidare il suo
potere e mostrare al mondo la potenza industriale francese,
l’Exposition universelle [d’art et d’industrie] de Paris, la seconda,
organizzata nella capitale francese, dopo quella del 1855, si
svolse tra il primo aprile e il 3 novembre del 1867. Fu visitata da
quasi 15 milioni di persone.
Il tema proposto era l’approfondimento della conoscenza
dei singoli Paesi partecipanti attraverso le mostre organizzate
nei padiglioni nazionali, costruiti nell’area di campo di Marte, di
fronte al ponte di Iena.
Il Padiglione Italiano all’Expo di Parigi 1867 fu progettato
dall’architetto napoletano Antonio Cipolla (Napoli 1822 - 1874)
esponente della corrente architettonica neorinascimentale,
che si sviluppò nel corso dell’800, parallelamente a quella
neoclassica e neogotica. Una rilettura delle forme architettoniche
del ‘400 e ‘500 caratterizza anche il Padiglione Italiano
che vediamo in questo dipinto.
Dominato dai festosi colori delle bandiere italiane, degli
stemmi sabaudi e dei drappeggi rossi che proteggono ed esaltano
preziosi manufatti, il padiglione che rappresentò il nostro
Paese a Parigi 1867 appare caratterizzato dalla presenza di numerose
opere d’arte di varie tipologie (altari, dipinti, sculture,
mobili intarsiati ecc.), da sempre punto di forza del nostro “saper
fare”. Al centro è collocata una fontana di chiara ispirazione quattrocentesca,
che suggerisce, all’interno dello spazio del Padiglione,
l’idea di una piazza, baricentro del sistema architettonico
urbano rinascimentale, intorno alla quale si muovono
diversi personaggi.
È interessante notare come le opere d’arte presentate nel
Padiglione Italiano, si distacchino nettamente, per filosofia di
contenuti, dalle varie macchine industriali (dalle locomotive a
vapore alle macchine per fare la cioccolata) o macchine belliche
(i cannoni Krupp) esposti nei Padiglioni degli altri Paesi
europei.
L’autore del dipinto è anonimo, è possibile, per il carattere
impersonale e puramente descrittivo della scena, che essa sia
stata tratta da una delle diverse raffigurazioni a stampa dei padiglioni
dei vari Paesi che furono eseguite in occasione dell’Expo
di Parigi 1867.
Rossella Vodret
Storica dell’arte, segreteria tecnica del Commissario Generale
di Sezione del Padiglione Italia

Mostra menoUlteriori informazioni

Dettagli

  • Titolo: The Italian Pavilion at the 1867 - Opere

Contenuti consigliati

Home page
Esplora
Qui vicino
Profilo