Caricamento in corso

Violino

Castello Sforzesco

Castello Sforzesco

La fattura di questo violino è stata identificata su basi stilistiche nell'area cremonese. Il corpo, composto da un fondo in acero, da fasce in pioppo e da una tavola in abete, potrebbe essere verosimilmente opera di un liutaio della scuola di Nicola Amati. Non sono invece originali, ma prodotti al principio del Settecento, la testa, cioè la parte che comprende la cassetta dei piroli e il riccio, e il relativo manico innestato. Lo strumento ha subito diversi restauri per mano di almeno tre persone differenti. La tavola armonica ha subito le operazioni più invasive, in particolare la doppiatura totale del bordo e l'applicazione di un rinforzo interno che ne copre interamente la parte centrale. Secondo quanto riferito da Natale Gallini, questo esemplare sarebbe appartenuto al musicista e collezionista belga César Thomson (1857-1931), ultimo proprietario prima dell'ingresso in Museo.

Mostra menoUlteriori informazioni

Dettagli

  • Titolo: Violino
  • Data di creazione: 1650/1660
  • Sede: Comune di Milano - Museo degli Strumenti Musicali
  • Dimensioni reali: w20,3 x h58,7 x d3 (ribs height) cm (Complete)
  • Tipo: Strumento musicale
  • Link esterno: http://strumentimusicali.milanocastello.it/
  • Diritti: Comune di Milano - Raccolte Artistiche del Castello Sforzesco.
  • Materiale: Acero, abete rosso, pioppo

Elementi aggiuntivi

Contenuti consigliati

Home page
Esplora
Qui vicino
Profilo