Caricamento in corso

violoncello Antonio Stradivari 1700 "Stauffer" - fronte

Antonio Stradivari

Museo del Violino

Museo del Violino

Agli esordi del XVIII secolo Antonio Stradivari e un liutaio esperto e affermato con piu di trent’anni di lavoro alle spalle, durante i quali aveva costruito chitarre, strumenti decorati, viole da gamba, liuti, pochette, arpe oltre, naturalmente numerosi violini, viole e violoncelli. Ad oggi si conoscono circa 25 violoncelli realizzati dal liutaio cremonese prima del 1700, strumenti di grande formato come il Mediceo, appartenuto alla corte del Gran Ducato di Toscana e attualmente conservato alla Galleria dell’Accademia di Firenze. Proprio nel 1700 Stradivari giunge alla decisione di ridurre le dimensioni dei suoi violoncelli, passaggio intermedio che lo condurra a sviluppare in seguito il modello oggi identificato e conosciuto come “forma B”, utilizzato con ogni probabilita a partire dal 1707. La storia del nostro violoncello, ricostruita principalmente sulla base della documentazione dei fratelli Hill, appare non sempre chiara ma si illumina improvvisamente quando Lisa Cristiani, giovanissima violoncellista parigina, entra in possesso dello strumento e lega indissolubilmente il suo nome a Stradivari e alla storia del violoncello. Da quel momento, quanto e avvenuto prima appare del tutto secondario. Lisa morira nel 1853 a soli 26 anni, meteora nel panorama musicale del suo tempo: in pochi anni, con il suo straordinario violoncello affascina il pubblico delle sale da concerto e il compositore Felix Mendelssohn Bartholdy scrive per lei la Romanza senza parole op. 109. Dopo la sua morte, il violoncello restera per lungo tempo in Francia, poi in Germania ed infine giungera a Londra nel 1894 nelle disponibilita della ditta W. E. Hill and Sons, finche nel 1936 lo acquistera Mr. Lewis Bruce.
Lo strumento, uno dei più begli esemplari dell’opera del grande Maestro, secondo l’opinione di Alfred Hill, passera dalle mani della nipote di Mr. Bruce a quelle di Paolo Salvelli, presidente del Centro di Musicologia “Walter Stauffer”, per tornare nella citta che lo aveva sentito suonare la prima volta.

ETICHETTA
Antonius Stradiuarius Cremonensis / Faciebat Anno 1700

CERTIFICATI
W.E. Hill & Sons Londra, 14 aprile 1936
John & Arthur Beare, Londra, 3 novembre 2005
Acquistato dal Centro di Musicologia “Walter Stauffer” nel 2005

Mostra menoUlteriori informazioni

Dettagli

  • Titolo: violoncello Antonio Stradivari 1700 "Stauffer" - fronte
  • Creatore: Antonio Stradivari
  • Data: 1700
  • Sede: Cremona
  • Violinmaker Death date: 1737
  • Violinmaker Birth date: 1644

Elementi aggiuntivi

Contenuti consigliati

Traduci con Google
Home page
Esplora
Qui vicino
Profilo