Caricamento in corso

White noise - 1965

Francesca Fini2012/2012

Magmart Festival

Magmart Festival

Vediamo una donna immersa in un bianco neutro. La donna si siede davanti a un televisore che trasmette scariche statiche. Ma poi vediamo qualcosa che sporge dallo schermo, un filo di lana rossa. La donna afferra il filo e tira; a quel punto la TV inizia a trasmettere una serie di immagini degli anni '60 in America: film di propaganda e vecchi spot pubblicitari, il viaggio di un uomo nello spazio e un sito di test nucleari. É come se il filo rosso che lei sta cominciando a lavorare a maglia è il filo del tempo, come se nel suo dipanarsi si dipanasse la storia di quel periodo, in una rete di immagini contraddittorie. Il '65 è un anno simbolico che riassume tutte le contraddizioni del mondo recuperato dalla seconda guerra mondiale: vi è una spinta febbrile verso il futuro, accompagnata dal terrore isterico per il presente minacciato dalla guerra fredda, e infiammato dalla diffusione del movimento per i diritti civili. Così, mentre le due superpotenze si sfidano sulla Terra e nello spazio, con il viaggio dell'astronauta sovietico Alexei Leonov ed i risultati del progetto Gemini della NASA, mentre il mondo sta a guardare la luna con sguardo sognante, negli Stati Uniti le prime truppe da combattimento vanno in Vietnam e si consuma la famigerata Domenica di Sangue, la prima marcia da Selma a Montgomery, quando 600 attivisti per i diritti civili sono stati violentemente attaccato dalla polizia. Mentre il design industriale, la moda, l'arte e la letteratura sono proiettati a scenari futuristici, e tutto intorno le idee di libertà e uguaglianza si stanno diffondendo, una cieca violenza ancestrale sembra dominare vita di ogni giorno. Le immagini della TV continuano a funzionare mentre la donna continua a lavorare a maglia come se lei fosse una sorta di divinità che tesse la trama del Tempo. Per questo motivo le immagini finiscono sulle parole di Malcolm X, che ho scelto come immagine emblematica di una fase così intensa e contraddittoria nella storia umana. Nel 1965, Malcolm X è stato ucciso in un clima di intossicazione e di violenza in cui le più alte aspirazioni dello spirito umano sembrano lottare per liberarsi dalle catene degli impulsi più bassi. La donna assiste, inerte, mentre il filo di lana è finito. Il tempo è scaduto. Le immagini avvolte nel filo di lana rossa è diventato una benda con cui si copre gli occhi.

Mostra menoUlteriori informazioni

Dettagli

  • Titolo: White noise - 1965
  • Creatore: Francesca Fini
  • Data di creazione: 2012/2012
  • Sede: Italia

Contenuti consigliati

Traduci con Google
Home page
Esplora
Qui vicino
Profilo