Sorelle Fontana: vestire le star

Fondazione Micol Fontana

L’inizio del sogno per il cinema italiano era l’atelier delle Sorelle Fontana, il luogo dell’immaginario. Di volta in volta, gli ambienti della sartoria sono prova per abiti quanto di confidenze, giusta cornice per dive come Ava Gardner, Liz Taylor, Mirna Loy and Audrey Hupburn.

Sorelle Fontana: vestire le star
La storia delle Sorelle Fontana va alle origini dell'Alta Moda Italiana. L'atelier, oggi convertito in Fondazione, si trova a pochi passi da Piazza di Spagna. I capi delle Sorelle Fontana furono indossati da attrici e celebrità come Ava Gardner, Liz Taylor, Audrey Hepburn, Grace di Monaco, Soraya, Maria Gabriella di Savoia, Jacqueline Kennedy. Oggi la Fondazione preserva nei suoi archivi parte di questa collezione di creazioni, realizzate tra gli anni 40 e gli anni 90. Ecco una panoramica su alcune degli abiti indossati dalle celebrità che sono rimaste iconiche per generazioni.

Per il cinema italiano dei primi anni l'atelier delle Sorelle Fontana era un deposito di immaginazione. Lentamente le stanze della casa di moda diventarono un luogo per provare abiti ma anche per rivelare confidenze, un teatro perfetto per star come Ava Gardner, Liz Taylor, Mirna Loy e Audrey Hupburn.

Le star

1948 – L’attrice Linda Christian indossa un abito delle Sorelle Fontana.

1949 – Lido di Venezia, Loretta Young veste Sorelle Fontana.

1949 – L’elegantissima Mirna Loy, grande interprete del film “Tramonto d’amore” per la regia di Gregory Ratoff, esige che i suoi abiti di scena siano realizzati dalle Sorelle Fontana.

1950 – Rita Hayworth nel suo soggiorno romano sceglie due abiti da gran sera delle Sorelle Fontana.

1950 - A Roma si gira “Quo Vadis” . Il protagonista di questo colossal è Robert Taylor che sceglie il guardaroba per sua moglie Barbara Stanwyck dalle Sorelle Fontana.

1952 – Audrey Hepburn con un abito delle Sorelle Fontana.

1953 - Lucia Bose con Zoe Fontana nel film Le ragazze di Piazza di Spagna di Luciano Emmer. Il film venne girato nell’atelier delle Sorelle Fontana nei pressi Piazza di Spagna a Roma.

L'abito oggi conservato nella sede della Fondazione Micol Fontana

L'abito è esposto nelle sale romane della Fondazione Micol Fontana.

1954 – Anna Maria Pierangeli di ritorno dagli USA, in prova sotto l’affettuoso sguardo di Zoe Fontana.

Gli abiti di Ava Gardner nel film "La contessa scalza" sono tutti delle Sorelle Fontana

L'abito è in mostra nella sede romana della Fondazione Micol Fontana

1958 – Merle Oberon, durante le manifestazioni di moda a Venezia, sceglie alcuni abiti delle Sorelle Fontana.

1959 – Anita Ekberg madrina del primo profumo “Glory by Fontana” con Zoe Fontana.

1962 – Atelier Sorelle Fontana. Jayne Mansfield, sex-symbol degli anni sessanta, a Roma per ritirare “La Maschera d’Argento”, sceglie l’abito per la serata.

1966 – Raquel Welch, interprete femminile del film “Spara forte più forte” di Eduardo De Filippo ,veste gli abiti delle Sorelle Fontana.

1965 – Ursula Andress veste Sorelle Fontana per il film “La decima vittima”, per la regia di Elio Petri.

Anni'70 – MarisaMell con Zoe Fontana prova nel salone un abito da sera della collezione Autunno Inverno. Foto Patrick Morin.

1995-1996

Aurore Clement e Philippe Noiret nel film "Facciamo Paradiso" di Mario Monicelli con l'abito "nodi d'amore" delle Sorelle Fontana.
Nel video l'abito come è oggi nella Fondazione Micol Fontana.

L'abito è in mostra nella sede romana della Fondazione Micol Fontana

L'abito è in mostra nella sede romana della Fondazione Micol Fontana

Riconoscimenti: storia

Selezioni, testi e montaggio a cura di

Massimo Bevilacqua
Luisida Caligaris Papa
Maria Cristina Giusti
Mario Lami
Roberta Lami
Luisella Rastelli
Monica Rech
Amelie Soffietti

Ringraziamenti: tutti i partner multimediali
In alcuni casi, la storia potrebbe essere stata realizzata da una terza parte indipendente; pertanto, potrebbe non sempre rappresentare la politica delle istituzioni (elencate di seguito) che hanno fornito i contenuti.
Traduci con Google
Home page
Esplora
Qui vicino
Profilo