Il Palio di Siena è una corsa di cavalli con 500 anni di storia alle spalle, famosa per essere caratterizzata da pericoli, emozioni e passione sfrenata. Questo è anche il motivo per cui Siena è uno dei luoghi più armoniosi in cui vivere in tutta Europa. Ciò grazie a 17 "famiglie rivali", o contrade, le cui tradizioni dividono e allo stesso tempo uniscono profondamente i cittadini da secoli.

Il cuore storico di Siena
La realizzazione di Piazza del Campo iniziò nel 1359. Ma questa non è una comune piazza italiana perché vi è nato il Palio. Ogni anno, a luglio e agosto, questa piazza diventa una sorta di macchina del tempo che porta nel passato. Qui viene realizzata una pista sterrata dove si riversa la folla per prendere parte a tradizioni che risalgono a quasi 500 anni fa.
Le origini della contrada
La prima contrada risale al Medioevo ed era formata da compagnie militari. All'epoca esistevano 59 contrade, ma ne sono rimaste solo 17. L'unica battaglia in cui si scontrano ai giorni nostri è il Palio, durante il quale, due volte all'anno, 10 contrade si sfidano per vincere il premio più ambito: l'onore.

Le 17 famiglie di Siena

La vita in una contrada non è caratterizzata soltanto da fedeltà o rivalità, ma anche dall'identità. Ogni contrada ha il proprio simbolo, ad esempio il Leocorno, l'Oca e il Drago (come puoi vedere qui). Gli abitanti delle contrade hanno un proprio motto, frequentano la propria chiesa e hanno le proprie tradizioni e culture.

Un premio più importante della vittoria

Che ci si creda o meno, al Palio non ci si sfida per denaro. "Palio" è in realtà il nome della bandiera di seta, anche chiamata drappellone, che viene consegnata alla contrada vincitrice. Qui puoi vedere alcuni dei Palii vinti dalla Contrada del Drago a partire dal XVII secolo, esposti con orgoglio nel museo della contrada.

Battesimo nella contrada

Esiste un detto a Siena: prima appartieni alla tua contrada, poi a Siena, poi all'Italia. Dal momento in cui vieni battezzato nella contrada, devi servirla per sempre. In cambio si diventa parte di una famiglia per tutta la vita.

Preparazione al Palio
Il Palio dura quattro giorni, ma la gara solo 90 secondi. Nell'arco dei quattro giorni si svolgono sei corse di prova, che consentono ai fantini di far abituare i cavalli all'atmosfera elettrizzante di Piazza del Campo.
Va' e torna vincitore
È finalmente arrivato il giorno della corsa! Ma prima di recarsi sulla linea di partenza con i cavalli, è d'obbligo un importante rituale nelle chiese delle contrade: la benedizione del cavallo.

Dentro la Chiesa della Contrada del Leocorno (Chiesa di San Giovannino della Staffa)

Una marcia storica
Il Corteo Storico sfila il giorno del Palio. Vi partecipano oltre 700 persone che indossano con orgoglio i costumi medievali tradizionali della propria contrada. C'è chi suona la marcia del Palio con tamburi e trombe e chi, come gli sbandieratori, si esibisce in complessi numeri di lancio della bandiera, dando vita a un incredibile spettacolo della durata di due ore.

Gli alfieri di Piazza

Una delle tradizioni più amate del Corteo Storico è il momento durante la quale le bandiere di tutte le 17 contrade (incluse quelle che non partecipano al Palio) fanno il loro ingresso nella Piazza.
Ogni contrada ha due alfieri che fanno ruotare le bandiere tradizionali e le lanciano in aria dando vita ad uno spettacolo travolgente che precede la corsa del Palio.

Moderna esercitazione degli alfieri a 360º

Un'occhiata nella Contrada della Civetta (agosto 2016).

Dopo il Palio, una preghiera

Se ti ritrovi al Duomo il 16 agosto significa che la tua contrada ha vinto il Palio! È qui che si ritrovano gli abitanti della contrada vincitrice per ringraziare la Vergine Maria sventolando le bandiere e cantando l'inno "Maria Mater Gratiae".

Il Palio è vita

Il Palio è giunto al termine. Ma per gli abitanti delle contrade il Palio rappresenta uno stile di vita che dura tutto l'anno. È il forte collante che ha tenuto unita questa società nei secoli e continuerà a farlo per le generazioni future.

Ringraziamenti: tutti i partner multimediali
In alcuni casi, la storia potrebbe essere stata realizzata da una terza parte indipendente; pertanto, potrebbe non sempre rappresentare la politica delle istituzioni (elencate di seguito) che hanno fornito i contenuti.
Traduci con Google
Home page
Esplora
Qui vicino
Profilo