28 ott 1931 - 10 mag 1933

Gli 80 anni della Triennale di Milano

La Triennale di Milano

La costruzione del Palazzo dell'Arte di Giovanni Muzio

Posa della prima pietra
Scavi di fondazione
Lavori di sistemazione del parco Sempione
Foto di gruppo delle maestranze

La Triennale di Milano nasce dalla trasformazione e dallo spostamento a Milano delle Biennali delle Arti decorative di Monza.

Nel 1929, lo Stato Italiano ha riconosciuto definitivamente la manifestazione, dandole cadenza triennale e non più biennale. Due anni più tardi è stato istituito un apposito ente autonomo, denominato “Esposizione Triennale Internazionale delle arti decorative e industriali moderne e dell'architettura moderna”, dotato di personalità giuridica con sede in un edificio da costruire grazie a un lascito del senatore Bernocchi.

Il cantiere della costruzione del Palazzo dell'Arte
Il cantiere della costruzione del Palazzo dell'Arte
La scala elicoidale
Visita del re Vittorio Emanuele III
Sopralluogo al cantiere

Sopralluoghi

Frontespizio del verbale di descrizione e di consistenza del Palazzo dell'Arte consegnato al Comune di Milano
Pranzo delle maestranze
Prima pagina del verbale di descrizione e di consistenza del Palazzo dell'Arte consegnato al Comune di Milano
Lavori di costruzione del Palazzo dell'Arte: il piazzale d'onore

Il 10 maggio 1933 si inaugurava la V Triennale di Milano nel nuovo Palazzo dell'Arte progettato da Giovanni Muzio e costruito in due anni fra l’autunno del 1931 e la primavera del 1933.

Fin dalla quinta edizione del 1933 la Triennale è stata caratterizzata da un particolare interesse per le situazioni delle arti e dell’architettura nelle diverse nazioni. In forza di questo il Bureau Internationales des Expositions – B.I.E., l’organismo internazionale ufficiale di raccordo e coordinamento dei vari enti nazionali - riconosce la Triennale di Milano come l’unica istituzione italiana per l’organizzazione di esposizioni temporanee a livello internazionale.

Inaugurazione alla presenza del re Vittorio Emanuele III
Inaugurazione alla presenza del re Vittorio Emanuele III
Riconoscimenti: storia

curated by  — Tommaso Tofanetti, Head of the Library and Archive 
Elvia Redaelli, Photographic Archive
Thanks to: Archivio Luce —

Ringraziamenti: tutti i partner multimediali
In alcuni casi, la storia potrebbe essere stata realizzata da una terza parte indipendente; pertanto, potrebbe non sempre rappresentare la politica delle istituzioni (elencate di seguito) che hanno fornito i contenuti.
Traduci con Google
Home page
Esplora
Qui vicino
Profilo