UNICITA' E MERAVIGLIA

Museo Malacologico Malakos

Io le ho viste così

La serie vuole esaltare la peculiarità, di alcuni esemplari presenti nella collezione del museo. I molluschi raffigurati, sono particolarmente interessanti per le loro caratteristiche, come forme e colori che creano un notevole impatto visivo. Attraverso la luce, viene evidenziato il loro aspetto che ricorda elementi naturali e antropici. Nelle immagini rappresentate, lo spettatore potrà vedere da una prospettiva inconsueta ciò che normalmente è classificato con criteri oggettivi e scientifici.

Una Cymbula oculus in controluce; solo in Sudafrica

Un "corno di rinoceronte" che vive sui fondali sabbiosi dell'Indo-Pacifico (Turritella terebra)

Una vista dall'alto di un Vasum ceramicum proveniente dall'Indonesia

Anche se il cuore è il simbolo del calore, questo preferisce le acque fredde del Nord Europa (Glossus humanus)

Una volta ero la rarissima Cypraea guttata; oggi mi chiamano <i<perisserosa guttata< /i> e mi pescano comunemente sotto i 100 m di profondità

L'armoniosa Harpa costata era e rimane una delle più rare conchiglie delle Isole Mauritius.

I caldi colori orientali di un esemplare di giapponese di <i<mikadotrochus hirasei< /i>

Questa corona di spine vive solo nelle Filippine (Cymbiola imperialis)

Due parenti molti stretti: Chicoreus palmarosae da Sri Lanka (sinistra) e Chicoreus saulii dalle Filippine (destra)

Il Ceratostoma burnetti predilige le acque fredde del Giappone settentrionale e quelle gelide del Mar di Bering

Simile ad un "disco volante", l’Haliotis ruber vive solo nel Sud dell’Australia

Le variegate cromie della bella Harpa doris che vive lungo le coste tropicali del West Africa

Le magiche spirali di due Babylonia

Il Turbo argyrostomus ha una porta di casa impenetrabile

Gli Spondylus passano tutta la loro vita attaccati alle rocce e nascosti tra alghe e spugne

L'impenetrabile armatura dello Spondylus echinatus

Lo Swiftopecten swiftii è autoctono delle fredde acque del Giappone settentrionale e delle coste pacifiche della Russia

L'arcobaleno dentato di un Nemocardium filippino

Il bicolorato Spondylus butleri

Il Siratus alabaster vive nelle profondità fangose di Giappone e Filippine

I Babelomurex vivono parassitando coralli e madrepore

Gaudì si ispirò all'Epitonum scalare nel progettare le scale a chiocciola della Sagrada Familia

La leggenda vuole che questo fosse il pettine di Venere (Murex pecten)

Il sorgere del sole interpretato da un Bolma girgyllus

Questa specie si nutre dei coralli molli nei quali vive infossata (Rapa rapa)

Una paio d’ali d’angelo (Cyrtopleura costata)

Una catena di vulcani (Balani)

La meravigliosa madreperla dell'Haliotis iris (Nuova Zelanda)

Riconoscimenti: storia
Ringraziamenti: tutti i partner multimediali
In alcuni casi, la storia potrebbe essere stata realizzata da una terza parte indipendente; pertanto, potrebbe non sempre rappresentare la politica delle istituzioni (elencate di seguito) che hanno fornito i contenuti.
Traduci con Google
Home page
Esplora
Qui vicino
Profilo