Vermeer e la musica

The Frick Collection

Un soggetto molto comune nelle opere di Vermeer

Concerto Interrotto, Johannes Vermeer, ca. 1658-59, Dalla collezione di: The Frick Collection
Vermeer e la musica
La musica era un soggetto frequente nelle opere del Secolo d'oro olandese, quindi non sorprende che l'opera dell'artista olandese Johannes Vermeer (1632-1675) contenga molte raffigurazioni di strumenti e complessi corali. Il tema ricorre in 12 dipinti di Vermeer, un numero significativo, considerato che sopravvivono solo 35 o 36 dipinti attribuiti all'artista.
Mezzana, Johannes Vermeer, 1656, Dalla collezione di: Old Masters Picture Gallery, Dresden State Art Museums

Mezzana, 1656
Pinacoteca dei Maestri Antichi, Dresda

L'uomo a sinistra, forse un autoritratto dell'artista, stringe il collo di una cetra, uno strumento a corde popolare durante il XVII secolo. Anche se questo tipo di strumento potrebbe suggerire relazioni armoniose, la sua presenza qui, in un bordello, intende probabilmente evocare allusioni erotiche. Nelle taverne si suonava musica regolarmente per attirare i clienti e le sale da ballo spesso fungevano anche da bordelli. Inoltre nelle sale da musica era consuetudine mettere a disposizione degli avventori strumenti musicali per invitarli a partecipare agli spettacoli. Le meticolose rappresentazioni dei bottoni scintillanti sulla pelliccia a sinistra e i riflessi sui bicchieri e sulla brocca di vino in porcellana dimostrano la superba abilità tecnica dell'artista.

Concerto Interrotto, Johannes Vermeer, ca. 1658-59, Dalla collezione di: The Frick Collection

Concerto interrotto, circa 1658-1659
Frick Collection, New York

Le opere a tema musicale incontravano il gusto dei clienti benestanti di Vermeer, molti dei quali avevano ricevuto un'educazione musicale come parte della formazione tipica dell'alta società. La donna e l'uomo raffigurati sono presumibilmente ritratti durante una lezione di musica, come suggerito dalla cetra e dal libro di canzoni aperto. Tuttavia, la familiarità tra l'uomo senza il cappello e la ragazza, la presenza di un bicchiere di vino e l'amorevole Cupido nel dipinto appeso alla parete suggeriscono che la scena raffiguri un corteggiamento. I dipinti a tema musicale contenevano spesso riferimenti a intrighi romantici, spunti che contribuivano ad aumentarne il fascino. Lo sguardo sdegnoso della donna suggerisce che abbiamo interrotto un momento privato.

Gentiluomo e Dama alla Spinetta, Johannes Vermeer, c.1662 - 1665, Dalla collezione di: Royal Collection Trust, UK

Lezione di musica, circa 1662-1664
Royal Collection, Castello di Windsor

Sebbene apparentemente concentrata nel suonare il virginale, un costoso strumento a tastiera, il riflesso della donna nello specchio svela il dissimulato interesse nei confronti del gentiluomo, le cui labbra socchiuse suggeriscono che le stia parlando o che stia accompagnando i suoi esercizi musicali cantando. Viene da chiedersi se presto prenderà la viola da gamba posata sul pavimento per unirsi a lei in un duetto. Sul virginale è inciso un motto latino che recita: "La musica è compagna della gioia e balsamo per il dolore", un'allusione ai poteri lenitivi della musica e alle vicissitudini sentimentali. Forse Vermeer lo aveva inteso come una maliziosa allusione alla relazione in atto davanti ai nostri occhi.

Suonatrice di Liuto, Johannes Vermeer (Olanda, Delft), ca. 1662–63, Dalla collezione di: The Metropolitan Museum of Art

Suonatrice di liuto, circa 1662-1665
Metropolitan Museum of Art, New York

Una donna raffinata e assorta nei suoi pensieri guarda fuori da una finestra mentre accorda il liuto, uno strumento che appare in numerosi dipinti del XVII secolo. Probabilmente sta aspettando l'arrivo di un compagno di duetto, oggetto di possibili interessi sentimentali, la cui venuta ci viene suggerita dalla viola da gamba stesa sul pavimento e dai libri di canzoni sparsi.

Concerto a tre, Jan Vermeer, About 1665, Dalla collezione di: Isabella Stewart Gardner Museum

Concerto a tre, circa 1663-1666
Isabella Stewart Gardner Museum Boston (disperso)

Il titolo del dipinto suggerisce che stiamo assistendo a un'esibizione musicale: la donna seduta suona un clavicembalo, l'uomo una tiorba appena visibile e la donna in piedi canta osservando lo spartito che tiene in mano. Il quadro appeso a destra, tuttavia, sembra suggerire altro. Identificabile come Mezzana di Dirck van Baburen, il dipinto era di proprietà della suocera di Vermeer, Maria Thins, con la quale vivevano Vermeer e famiglia. Il quadro vuole suggerire un contrasto tra il casto trio o implica che siamo voyeur in un bordello di alta classe, come hanno suggerito alcuni studiosi?

Allegoria della Pittura, Jan Vermeer, 1666/1668, Dalla collezione di: Kunsthistorisches Museum Wien

Allegoria della pittura, circa 1662-1668
Kunsthistorisches Museum, Vienna

Avvolta in un voluminoso panno di tessuto blu, la modella è in piedi davanti all'artista, che potrebbe essere Vermeer stesso, e rappresenta Clio, la musa della storia. La corona d'alloro simboleggia la gloria e la vita eterna, mentre la tromba rappresenta la fama. Questi attributi furono prescritti da Cesare Ripa nella sua Iconologia, un libro di emblemi del XVI secolo, che si proponeva come fonte allegorica per artisti e poeti. Pare che Vermeer si sia occasionalmente ispirato al libro di Ripa per i suoi dipinti.

Fanciulla con Flauto, Attribuito a Johannes Vermeer, probably 1665/1675, Dalla collezione di: National Gallery of Art, Washington DC

Fanciulla con flauto, circa 1665-1670
National Gallery of Art, Washington DC

La bocca socchiusa della donna suggerisce che sta per dire qualcosa o forse rimproverarci per aver disturbato i suoi esercizi di musica. Indossa un cappello a strisce conico che non è un tipico copricapo olandese e agli spettatori del XVII secolo doveva apparire esotico. Anche se indicato come un flauto, lo strumento che ha in mano è un flauto dolce, il cui aspetto potrebbe essere stato alterato da una mano successiva. Il flauto dolce ha spesso connotato temi pastorali o erotici, ma qui sembra essere semplicemente un divertimento per la giovane donna raffinata.

A Young Woman standing at a Virginal, Johannes Vermeer, about 1670-2, Dalla collezione di: The National Gallery, London

Donna in piedi alla spinetta, circa 1670-1674
National Gallery, Londra

Questo virginale riccamente decorato, con i pannelli esterni marmorizzati e un paesaggio dipinto sull'interno del coperchio, è stato probabilmente realizzato dalla famiglia Ruckers di Anversa, famosi costruttori di clavicembali e virginali. La presenza del Cupido implica che nell'aria c'è del romanticismo; non a caso, i virginali rappresentano tradizionalmente l'amore e le relazioni armoniose. Questa donna vestita sontuosamente suona per un pretendente che si trova fuori dal nostro campo visivo o il suo sguardo allegro ci invita a prendere il posto vuoto accanto a lei?

A Young Woman seated at a Virginal, Johannes Vermeer, Dalla collezione di: The National Gallery, London

Donna seduta alla spinetta, circa 1670-1675
National Gallery, Londra

In contrasto con il precedente lavoro che può essere considerato un suo complemento, una donna siede al virginale, suonando nelle ore serali come suggerito dall'interno scarsamente illuminato. Invece di una sedia vuota, al suo fianco troviamo una viola da gamba e l'arco. Ancora una volta troviamo la Mezzana di Baburen, nonostante Vermeer abbia sostituito la precedente cornice d'ebano dipinta in Concerto a tre con una dorata. Sebbene non sia chiaro quale significato attribuire alla presenza di questo dipinto dentro al dipinto, Vermeer aveva familiarità con l'opera, di proprietà di sua suocera. L'opera originale oggi fa parte della collezione del Museum of Fine Arts di Boston.

Giovane Donna seduta al Virginale, Johannes Vermeer, ca. 1670-72

Giovane donna seduta al virginale, circa 1670
Leiden Collection, New York

Il soggetto di una figura che suona un virginale è familiare, ma qui la sua rappresentazione è stata eseguita in termini semplificati. Le forme della ragazza e dello strumento sono trattate con meno cura rispetto ad altre opere simili realizzate da Vermeer. Tuttavia, l'acconciatura elaborata della giovane donna e il suo ricco vestito, così come le doti musicali che possiamo intuire, trasmettono un senso di raffinatezza. Il talento di Vermeer per la rappresentazione della luce emerge nella delicata lucentezza della gonna, nel luccichio di una collana di perle e nei deboli riflessi proiettati contro la cassa del virginale.

Riconoscimenti: storia

Questa mostra fa parte del Google Vermeer Project.

Ringraziamenti: tutti i partner multimediali
In alcuni casi, la storia potrebbe essere stata realizzata da una terza parte indipendente; pertanto, potrebbe non sempre rappresentare la politica delle istituzioni (elencate di seguito) che hanno fornito i contenuti.
Home page
Esplora
Qui vicino
Profilo