E uscimmo a riveder le stelle

Biblioteca Sormani

La "Divina Commedia" di Dante Alighieri illustrata da Amos Nattini

Danteum - Divina Commedia illustrata da Amos Nattini., Dalla collezione di: Biblioteca Sormani
La Divina Commedia illustrata da Amos Nattini
La Biblioteca Comunale Centrale di Milano conserva uno dei 1000 esemplari numerati della Divina Commedia di Dante Alighieri illustrata da Amos Nattini (1892 – 1985) e pubblicata tra il 1931 e il 1941. L’opera consta di 3 imponenti volumi (cm 81x65), uno per ogni cantica, stampati dalla Casa Editrice Dante fondata da Nattini e Valdameri. Ogni volume è realizzato con estrema cura per il dettaglio, utilizzando carte di straccio provenienti da Fabriano; i caratteri di stampa, ideati dallo stesso Nattini, traggono ispirazione dai “tipi latini primitivi” e sono incisi su lastra di rame a guisa di acquaforte; ogni cantica è rivestita da coperte in pelle di vitello sbalzata a mano. I tre volumi, acquisiti negli anni Trenta del secolo scorso, sopravvissero ai bombardamenti del 13 agosto del 1943 grazie a efficaci misure cautelative e, conservati nell’apposito “Danteum” esposto in una sala di rappresentanza di Palazzo Sormani, fanno tuttora parte del patrimonio della Biblioteca.
La Divina Commedia / [immagini di Amos Nattini!], Dante Alighieri, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani

"Poscia che m'ebbe ragionato questo,
li occhi lucenti lagrimando volse;
per che mi fece del venir più presto;

e venni a te così com'ella volse;
d'inanzi a quella fiera ti levai
che del bel monte il corto andar ti tolse."

(Inferno, canto II)

La Divina Commedia / [immagini di Amos Nattini!], Dante Alighieri, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani
La Divina Commedia / [immagini di Amos Nattini!], Dante Alighieri, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani

"Ahi quanto mi parea pien di disdegno!
Venne a la porta e con una verghetta
l’aperse, che non v’ebbe alcun ritegno."

(Inferno, canto IX)

La Divina Commedia / [immagini di Amos Nattini!], Dante Alighieri, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani
La Divina Commedia / [immagini di Amos Nattini!], Dante Alighieri, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani

"E io, quando 'l suo braccio a me distese,
ficcaï li occhi per lo cotto aspetto,
sì che 'l viso abbrusciato non difese

la conoscenza süa al mio 'ntelletto;
e chinando la mano a la sua faccia,
rispuosi: 'Siete voi qui, ser Brunetto?'."

(Inferno, canto XV)

La Divina Commedia / [immagini di Amos Nattini!], Dante Alighieri, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani
La Divina Commedia / [immagini di Amos Nattini!], Dante Alighieri, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani

"Sentendo fender l'aere a le verdi ali,
fuggì 'l serpente, e li angeli dier volta,
suso a le poste rivolando iguali.

L'ombra che s'era al giudice raccolta
quando chiamò, per tutto quello assalto
punto non fu da me guardare sciolta."

(Purgatorio, canto VIII)

La Divina Commedia / [immagini di Amos Nattini!], Dante Alighieri, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani
La Divina Commedia / [immagini di Amos Nattini!], Dante Alighieri, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani

"Noi eravam dove più non saliva
la scala su, ed eravamo affissi
pur come nave ch’a la piaggia arriva."

(Purgatorio, canto XVII)

La Divina Commedia / [immagini di Amos Nattini!], Dante Alighieri, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani
La Divina Commedia / [immagini di Amos Nattini!], Dante Alighieri, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani

"Un mese e poco più prova' io come
pesa il gran manto a chi dal fango il guarda,
che piuma sembran tutte l'altre some.

La mia conversïone, omè!, fu tarda;
ma, come fatto fui roman pastore,
così scopersi la vita bugiarda."

(Purgatorio, canto XIX)

La Divina Commedia / [immagini di Amos Nattini!], Dante Alighieri, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani
La Divina Commedia / [immagini di Amos Nattini!], Dante Alighieri, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani

"La concreta e perpetüa sete
del deiforme regno cen portava
veloci quasi come ‘l ciel vedete."

(Paradiso, canto II)

La Divina Commedia / [immagini di Amos Nattini!], Dante Alighieri, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani
La Divina Commedia / [immagini di Amos Nattini!], Dante Alighieri, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani

"Così fatta, mi disse: 'Il mondo m'ebbe
giù poco tempo; e se più fosse stato,
molto sarà di mal, che non sarebbe.

La mia letizia mi ti tien celato
che mi raggia dintorno e mi nasconde
quasi animal di sua seta fasciato'."

(Paradiso, canto VIII)

La Divina Commedia / [immagini di Amos Nattini!], Dante Alighieri, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani
La Divina Commedia / [immagini di Amos Nattini!], Dante Alighieri, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani

"Qui vederai l'una e l'altra milizia
di paradiso, e l'una in quelli aspetti
che tu vedrai a l'ultima giustizia."

(Paradiso, canto XXX)

La Divina Commedia / [immagini di Amos Nattini!], Dante Alighieri, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani
Riconoscimenti: storia

Si ringraziano le famiglie Bennicelli - Larini per l’autorizzazione a pubblicare le immagini della "Commedia" di Amos Nattini.

Ringraziamenti: tutti i partner multimediali
In alcuni casi, la storia potrebbe essere stata realizzata da una terza parte indipendente; pertanto, potrebbe non sempre rappresentare la politica delle istituzioni (elencate di seguito) che hanno fornito i contenuti.
Home page
Esplora
Qui vicino
Profilo