Women for Expo: Empowerment femminile

Padiglione Italia Expo Milano 2015

Donne protagoniste a Padiglione Italia

Progetti di cooperazione internazionale e di micro-imprenditorialità
Molti dei progetti vincitori del concorso "Progetti per le donne" si concentrano sulla cooperazione internazionale. Realizzati da realtà italiane, i progetti sono localizzati in paesi diversi, ma hanno l'obiettivo comune di contribuire al rafforzamento dell'autonomia e dell'emancipazione femminile.

Togo, Regione della Savane, il progetto abbina lo sviluppo del settore agricolo con l’imprenditoria femminile locale, in un quadro di affermazione del diritto al cibo.
Dopo 3 anni di lavoro intenso, ha promosso e organizzato 5 cooperative agricole.

Il progetto si concentra sul miglioramento della qualità della vita e sull’innovazione sociale. Nasce per favorire l'accesso al cibo attraverso l'empowerment di 100 donne che animano il Groupement des Femmes de Bandessar.

Essere donna in Nepal è ancora una grande sfida. Il progetto ha inteso migliorare la vita di 600 donne discriminate aiutandole a ritrovare la dignità attraverso la coltivazione di patate in un distretto fra i più isolati del Nepal.

I toolkit sono kit contenenti attrezzature, materie prime, formazione professionale e tutto l’occorrente per avviare subito un’attività lavorativa che permette alle donne più vulnerabili di sostenere le proprie famiglie.

Il progetto ha contribuito all’emancipazione sociale ed economica di 63 donne indigenti di Bahir Dar (Etiopia), rendendole autonome e capaci di generare un utile per la propria famiglia.

Il progetto consiste nella fornitura e installazione di un mulino e di tubature per il trasporto dell'acqua. Le donne, costituite in comitato, acquisiscono autonomia imprenditoriale e indipendenza economica avviando un'attività remunerata.

Il progetto, a Batticaloa, distretto nord-orientale dello Sri Lanka, ha permesso a 35 donne, vedove ed ex-bambine soldato, di acquisire competenze lavorative specifiche nei settori chiave dell’economia cingalese ed avviare attività di micro-imprenditoria femminile.

Empowerment femminile: conciliazione vita familiare e lavorativa

La rete nazionale dei Comitati Unici di Garanzia per le Pari Opportunità, il benessere di chi lavora e contro le Discriminazioni, ha gli obiettivi di incrementare azioni e politiche di pari opportunità, benessere organizzativo e contrasto alle discriminazioni; sostegno ai CUG istituiti e favorire l'incremento dei CUG non ancora istituiti.

Il Consiglio Nazionale degli Ingegneri promuove un progetto con l'obiettivo di evidenziare il ruolo delle donne lavoratrici nella società contemporanea, specialmente nei settori tecnici e scientifici, storicamente dominati dalla presenza maschile.

Ringraziamenti: tutti i partner multimediali
In alcuni casi, la storia potrebbe essere stata realizzata da una terza parte indipendente; pertanto, potrebbe non sempre rappresentare la politica delle istituzioni (elencate di seguito) che hanno fornito i contenuti.
Traduci con Google
Home page
Esplora
Qui vicino
Profilo