Segni e parole nell'arte

La scrittura come simbolo di status
Nella tradizione accademica del ritratto, la presenza nel dipinto di libri o di azioni di scrittura contribuivano a connotare il personaggio come persona colta, se non come un letterato.

In età contemporanea, la scrittura o l’accenno a segni ed elementi alfabetici, anche di origine oscura e misteriosa, hanno caratterizzato le tendenze sperimentali, con la complicità degli studi semiotici.

Dalla scrittura automatica dei surrealisti...

...ai segni dell’informale ispirati al calligrafismo giapponese.

Dai richiami alla segnaletica pop di Kounellis...

...ai riferimenti colti del concettuale Kosuth.

...fino alle parole che invadono lo spazio dell’opera soppiantando le immagini, come nel testo poetico di Ketty La Rocca o nell’operazione critica del libro cancellato di Isgrò.

Ringraziamenti: tutti i partner multimediali
In alcuni casi, la storia potrebbe essere stata realizzata da una terza parte indipendente; pertanto, potrebbe non sempre rappresentare la politica delle istituzioni (elencate di seguito) che hanno fornito i contenuti.
Traduci con Google
Home page
Esplora
Qui vicino
Profilo