Dans ma bibliothèque à Milan

Biblioteca Sormani

I libri di Stendhal a Milano

Ritratto di Stendhal, Jean-Louis Ducis, 1835, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani
Stendhal
Lo scrittore francese Stendhal, al secolo Marie-Henri Beyle (1783-1842), fu Console a Civitavecchia dal 1831 fino alla morte, avvenuta improvvisamente durante un viaggio in Francia nel 1842. La famiglia Bucci, che aveva ospitato Stendhal a Civitavecchia durante gli anni del Consolato, custodì i suoi beni rimasti nello Stato Pontificio per un secolo esatto, finché, nel 1942, decise di venderli a Federico Gentile. Nel 1969, infine, il presidente della Banca Commerciale Italiana Raffaele Mattioli (1895-1973) trattò l’acquisto del Fondo Stendhaliano Bucci per farne dono alla Biblioteca Comunale di Milano, dove fu definitamente collocato il 14 aprile 1970.
Ritratto di Stendhal, Jean-Louis Ducis, 1835, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani
Libreria in legno a due corpi, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani
Il Fondo Stendhaliano Bucci
Il Fondo Stendhaliano Bucci è composto da 2793 pezzi che comprendono:circa 1200 volumi, opuscoli e fascicoli di riviste (di cui quasi mille appartenuti a Stendhal), lettere, documenti e manoscritti,un ritratto ad olio eseguito nel 1835 a Roma dal pittore Jean-Louis Ducis, due librerie di legno e alcuni cimeli, tra i quali un bastone da passeggio e un barattolo di legno con note autografe dello scrittore francese al suo interno, chiara testimonianza dell’irrefrenabile impulso di Stendhal a scrivere ovunque.
Libreria in legno a due corpi, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani
Barattolo in legno di pero con coperchio., Stendhal, Prima metà XIX secolo, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani
Novelle di Matteo Bandello. Parte Prima. Volume Primo., Matteo Bandello, 1813, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani
La grafomania di Stendhal
La grafomania di Stendhal è testimoniata principalmente dalle numerose annotazioni, "marginalia" e glosse che riempiono le copertine, i margini e talvolta interi fogli (o interfogli) di circa metà dei volumi della sua biblioteca (458 su un totale di 987). In queste brevi note, talvolta volutamente enigmatiche, lo scrittore fissa di getto, come in un vero e proprio “diario”, alcuni momenti della sua vita quotidiana, intima, sociale e professionale.
Novelle di Matteo Bandello. Parte Prima. Volume Primo., Matteo Bandello, 1813, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani

“to M Beyle [Marie-Henri, dit Stendhal]
Bandello
Milano 1820.
per un Virgilio.”

Novelle di Matteo Bandello. Parte Prima. Volume Primo., Matteo Bandello, 1813, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani
Novelle di Matteo Bandello. Parte Prima. Volume Primo., Matteo Bandello, 1813, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani
Novelle di Matteo Bandello. Parte Seconda. Volume Quarto., Matteo Bandello, 1813, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani
Stendhal a Milano
Tra il 1814 e il 1821 Stendhal trascorse lunghi periodi a Milano, città della quale si innamorò per la vivacità artistica e culturale.Nel giugno 1821 fu però costretto ad abbandonare precipitosamente il capoluogo lombardo perché ricercato dalla polizia austriaca per via dei suoi contatti con i carbonari. Lo scrittore francese allora affidò i suoi manoscritti e i volumi della sua biblioteca alle mani dell’amico Luigi Buzzi, con la speranza di poterli presto recuperare. Riuscì a tornare nella sua amata Milano solo per pochi attimi nel gennaio del 1828 e in quella occasione prese con sè alcuni volumi ai quali teneva particolarmente.
Novelle di Matteo Bandello. Parte Seconda. Volume Quarto., Matteo Bandello, 1813, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani
Essais de Montaigne. Publiés d'après l'édition la plus authentique, et avec des sommaires analytiques et de nouvelles notes, Par Amaury Duval, Membre de l'Institut. [...]., Michel Eyquem de Montaigne, 1822, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani
Essais de Montaigne. Publiés d'après l'édition la plus authentique, et avec des sommaires analytiques et de nouvelles notes, Par Amaury Duval, Membre de l'Institut. [...]., Michel Eyquem de Montaigne, 1822, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani

“Le 12 Janvier 1828
J [I] was in 1000an [Milan]
je prends Bandello [Matteo]
dans ma bibliothèque. 1828.”

Tragedie di Vittorio Alfieri da Asti., Vittorio Alfieri, 1802, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani

Vittorio Alfieri (1749-1803) fu uno degli autori italiani che influenzò maggiormente Henri Beyle, “anche se nel corso degli anni spesso variarono i giudizi ch’egli ne dette all’interno delle sue opere.” (B. Pincherle)

Tragedie di Vittorio Alfieri da Asti., Vittorio Alfieri, 1802, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani

“Alfieri [Vittorio].
the same édition
que rue d'Angiviliers
en 1803.
5 9b [Novembre] 37 [1837].”

Tragedie di Vittorio Alfieri da Asti., Vittorio Alfieri, 1802, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani
Tragedie di Vittorio Alfieri da Asti., Vittorio Alfieri, 1802, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani

“…( I take the boocks
dans l'humidite chaude
de ma Promenade)”

Dei Sepolcri, Ugo Foscolo; Vincenzo Monti; Giovanni Torti; Gerolamo Federico Borgno, 1813, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani
Poesie di Vincenzo Monti con note, Vincenzo Monti, 1830, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani
Poesie di Vincenzo Monti con note, Vincenzo Monti, 1830, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani

“Juin 1841.
10 Juin 1841,
arrivé de Rome a C [Civitavecchia]
le 1 avril 41 [1841]
…the little relieur me rend ce livre. 17 Juin 41 [1841].”

Tragedie inedite di Silvio Pellico da Saluzzo., Silvio Pellico, 1831, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani

“29.th after museo dell
[Cam] pidoglio grandissima fatig[gue].”

Tre nuove Tragedie di Silvio Pellico da Saluzzo, Silvio Pellico, 1832, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani
Tre nuove Tragedie di Silvio Pellico da Saluzzo, Silvio Pellico, 1832, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani

“en 1832, je vois Naples, Florence etc
Pescara, Chietti [Chieti] etc.”

Itinerario italiano ossia descrizione dei viaggi per le strade più frequentate alle principali città d'Italia. Nel quale sono notate le distanze [ecc.]. Con carte geografiche. Seconda Edizione Milanese, accresciuta di Carte Geografiche, e dei Viaggi d'Istria, di Dalmazia, ed al Sempione., 1808, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani
Itinerario italiano ossia descrizione dei viaggi per le strade più frequentate alle principali città d'Italia. Nel quale sono notate le distanze [ecc.]. Con carte geografiche. Seconda Edizione Milanese, accresciuta di Carte Geografiche, e dei Viaggi d'Istria, di Dalmazia, ed al Sempione., 1808, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani

“pour cette forme simple, c'est leLivre le plus véridique.”

Itinerario italiano ossia descrizione dei viaggi per le strade più frequentate alle principali città d'Italia. Nel quale sono notate le distanze [ecc.]. Con carte geografiche. Seconda Edizione Milanese, accresciuta di Carte Geografiche, e dei Viaggi d'Istria, di Dalmazia, ed al Sempione., 1808, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani

“27 mars 1820 parti arrivé le 28 [oppure 29] soir
made relations”

Appunti di viaggio di Stendhal in francese e in inglese.

Itinerario italiano ossia descrizione dei viaggi per le strade più frequentate alle principali città d'Italia. Nel quale sono notate le distanze [ecc.]. Con carte geografiche. Seconda Edizione Milanese, accresciuta di Carte Geografiche, e dei Viaggi d'Istria, di Dalmazia, ed al Sempione., 1808, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani
Storia di Milano. Tomo Primo. In cui si narrano le vicende della città incominciando dai più rimoti principj sino alla fine del dominio dei Visconti., Pietro Verri, 1798, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani
Storia di Milano. Tomo Secondo. In cui si descrive lo stato della Repubblica milanese, il dominio degli Sforza, e de' successivi Sovrani sino ai principj del pontificato di S. Carlo Borromeo., Pietro Verri, 1798, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani

“La peur de la Censure
gate
furieusemen [?] ce livre
qui
etait d'une hardiesse
temeraire
à Milan
de 1798.
Sous la Censure
il faut
écrire
des
Sonnets.”

Rome, Naples et Florence, en 1817. Par M. de Stendhal, Officier de Cavalerie. [...], M. de Stendhal, 1817, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani
Rome, Naples et Florence, en 1817. Par M. de Stendhal, Officier de Cavalerie. [...], M. de Stendhal, 1817, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani
Rome, Naples et Florence, en 1817. Par M. de Stendhal, Officier de Cavalerie. [...], M. de Stendhal, 1817, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani

“épigraphe
of
this boock [book].
=== 49
Vedi tutta di guerre e di congiure
Ardere Italia; e tanti aver tiranni
Quante ha cittadi, e variar destino
Come varia stagioni. Oggi comanda
Chi jer fu Servo, ed un Marcel diventa
Ogni villan che parteggiando viene.”

Rome, Naples et Florence, en 1817., M. de Stendhal, 1817, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani
Rome, Naples et Florence, en 1817., M. de Stendhal, 1817, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani

“Vers la fin, article Milan.
Le bonheur est contagieux. Si vous
voulez être heureux vivez au milieu de
gens heureux. Je ne voudrais pas
pour tout l'or du monde me trouver
pour lontems [longtemps] à Rome ou à Turin, et
j'habiterais volontiers Milan. Par une
combinaison ^+^ heureuse et probablement
passagère, dans cette ville, les revenus
de la pluspart des gens se trouvent
surpasser leurs dépenses. D'ailleurs la
pauvreté n'y est pas honte. D.que [Dominique]”

Histoire de la peinture en Italie. Par M.B.A.A. [...]., Stendhal, 1817, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani
De l'Amour. Par Stendhal, Auteur de le Rouge et le Noir, de l'Histoire de la Peinture en Italie, des Vies de Haydn, Mozart et Métastase; etc.; etc. [...]., M. de Stendhal, 1833, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani
Armance, ou quelques scènes d'un Salon de Paris en 1827., M. de Stendhal, 1827, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani
Armance, ou quelques scènes d'un Salon de Paris en 1827., M. de Stendhal, 1827, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani
Armance, ou quelques scènes d'un Salon de Paris en 1827., M. de Stendhal, 1827, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani
Armance, ou quelques scènes d'un Salon de Paris en 1827., M. de Stendhal, 1827, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani

“Je vois en déchirant le
premier Ms. [Manuscrit] que ce Roman
fait en 7 jours a été
commencé le 30 ou 31
Janvier, 1825 je crois.”

Armance, ou quelques scènes d'un Salon de Paris en 1827., M. de Stendhal, 1827, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani

“Je cherche des epigraphes
le 25 mai 1830
Corrigeant la 9e [neuvième] feuille de
Julien [Le Rouge et le Noire].
L'epigraphe doit
augmenter la sensation
l'emotion du lecteur, si
emotion il peut y avoir, et non
pas présenter un jugement
plus ou moins φilosophique [philosophique] sur la
Situation. idée de mai 1830.”

Mémoires d'un touriste, M. de Stendhal, 1838, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani
Mémoires d'un touriste, M. de Stendhal, 1838, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani

“Je n'ai pas ouvert this boock [book]
après Paris, et ne l'ouvrirai de longtems [longtemps].
J'ai la paresse d'écrire”

La Chartreuse de Parme par l'Auteur de Rouge et Noir., M. de Stendhal, 1839, Dalla collezione di: Biblioteca Sormani

"Il 15 maggio 1796, il generale Bonaparte entrò in Milano alla testa di quel giovane esercito che aveva da poco passato il ponte di Lodi e fatto sapere al mondo come Cesare ed Alessandro, dopo tanti secoli, avessero un successore. I miracoli di coraggio e di genialità di cui l’Italia fu testimone, in pochi mesi risvegliarono un popolo addormentato. Ancora otto giorni prima dell’arrivo dei Francesi, i Milanesi non vedevano in loro che una banda di briganti, usi a fuggire sempre davanti alle truppe di Sua Maestà Imperiale e Reale. Questo, almeno, ripeteva loro tre volte alla settimana un giornaletto grande quanto la mano, stampato su carta sudicia."

La Certosa di Parma. Romanzo di Stendhal (Henry Beyle), tradotto dal francese da Decio Cinti, Milano, Sonzogno, 1933

Ringraziamenti: tutti i partner multimediali
In alcuni casi, la storia potrebbe essere stata realizzata da una terza parte indipendente; pertanto, potrebbe non sempre rappresentare la politica delle istituzioni (elencate di seguito) che hanno fornito i contenuti.
Home page
Esplora
Qui vicino
Profilo