Manichini Almax: tra artigianato e tecnologia 

Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza

47 anni di tradizione Italiane e innovazione tecnologica 

47 anni di tradizione
Qualità, design e innovazione tecnologica: ecco alcune delle caratteristiche peculiari del saper fare italiano, della cultura d’impresa che distingue il made in Italy. Ne fa tesoro il Ragionier Saverio Catanese che, a fine anni Settanta, intravvede nel manichino un prodotto di successo.

La produzione della prima serie di manichini inizia grazie alla collaborazione con direttori creativi, scultori e artisti di talento, che permettono alla società di crescere.

Gli anni ’70 e ’80 sono anni di forte crescita: acquisizioni (la Prifo Manichini nel 1973) e le collaborazioni (con la società statunitense E.T. Cranston per il mercato nordamericano) portano a un forte incremento della produzione e una migliore organizzazione tecnica e commerciale.

Nel 1980, l’apertura a nuovi mercati e la necessità di incrementare la capacità produttiva e di maggiori spazi portano alla nascita, a Mariano Comense (CO), di Almax, il cui nome è il risultato della fusione dei nomi di Alfonso e Massimiliano, figli del fondatore, oggi rispettivamente Direttore Tecnico e Artistico e Amministratore Delegato dell’azienda.

Almax è un'azienda che ha compiuto una netta internazionalizzazione, con la creazione di impianti produttivi e showroom in Italia, Stati Uniti e in Cina, punti logistici, linee di verniciatura e showroom in Francia, Canada, Messico e Brasile.

Questo processo ha condotto a fine 2016 all’acquisizione di Almax da parte di The Visuality Corporation.

Come nasce un manichino?
Tecnologie avanzate e lavoro artigianale altamente specializzato caratterizzano il sistema produttivo: dallo stampaggio all'assemblaggio, dalla stuccatura alla rifinitura: ogni manichino diventa un pezzo unico, dall'alto contenuto artigianale. 

L'ideazione di una nuova collezione parte da immagini delle pose che saranno realizzate o da schizzi e progetti su carta.

Un primo bozzetto in plastilina aiuterà a definire la posa e i dettagli della scultura e dello stile del manichino.

Una volta completato il modello in plastilina, viene realizzato il prototipo in gesso, che servirà per la realizzazione dello stampo in alluminio.

Le componenti in gesso vengono rifinite e perfezionate per poter, in seguito, procedere alla realizzazione dei relativi stampi.
Il viso è un elemento fondamentale, che può da sé influenzare l'aspetto e l'espressività di un intero modello di manichino.

Il prototipo in gesso viene scansionato con speciali camere che ne ricavano un'immagine 3D. Lo stampo in alluminio viene realizzato tramite una fresatrice a controllo numerico.

La scultura tradizionale affianca la modellazione 3D, che consente di realizzare prototipi digitali tridimensionali direttamente in computer grafica o partendo dalla scansione dei corpi di modelle e modelli in carne e ossa.

Modello di manichino donna progettato in modellazione 3D

Le collezioni variano tantissimo per posizione, per taglia e per tipologia: astratta, realistica, con capello o scolpita.

L'archivio Almax conserva le tracce degli oltre 1000 modelli originali di manichini uomo, donna e bambino, in numerose taglie, posizioni, e caratteristiche etniche e fisiche diverse.

La materia prima, il polistirene antiurto, un materiale altamente resistente e riciclabile, viene riscaldato fino a ottenere una massa omogenea e morbida, che viene porzionata in misure diverse a seconda della parte che verrà realizzata.
La massa di polistirene fuso viene collocata nello stampo, a cui verrà fatta aderire una volta chiuso, grazie all'immissione di aria compressa.
Una volta atteso il tempo necessario affinché la massa solidifichi, la parte può essere estratta dallo stampo.

Una volta stampate, le parti sono sottoposte a diverse sessioni di lisciatura e stuccatura prima della verniciatura finale, per eliminare ogni minima imperfezione.

Le parti sono verniciate una ad una all'interno di speciali cabine, utilizzando vernici all'acqua, rispettose dell'ambiente.

Per la realizzazione delle parrucche, ogni ciocca di fibra viene accuratamente pettinata e miscelata per ottenere la nuance desiderata, e in seguito applicata una ad una su speciali calotte in plastica.
Le forbici, nelle mani di esperti hairstylist, creano la giusta lunghezza.

I volti possono avere stili differenti, dal realistico con trucco e parrucca, al capello scolpito, dal sapore classico, fino alle versioni futuristiche dai tratti stilizzati.

Una volta verniciati, a seconda dell'esigenza, i manichini possono passare al trucco.
Dopo una prima base realizzata con areografo, tutti i dettagli sono dipinti a pennello da esperte decoratrici.

La scelta del make up è spesso dettata da stili e tendenze in voga, ma anche dalla personalità di ogni singolo brand.

Il trucco può essere applicato anche a volti stilizzati.

Il team di decoratori dell'azienda realizza, interamente a mano, innumerevoli finiture speciali, come gli effetti legno, marmo, pietra, cemento e oro anticato.

L' evoluzione del manichino
Le mode e gli stili cambiano di continuo. Il manichino riflette in ogni aspetto questi mutamenti. Trucchi, make up e design assumono forme e colori sempre diversi, in linea con le tendenze del momento.
Ringraziamenti: tutti i partner multimediali
In alcuni casi, la storia potrebbe essere stata realizzata da una terza parte indipendente; pertanto, potrebbe non sempre rappresentare la politica delle istituzioni (elencate di seguito) che hanno fornito i contenuti.
Traduci con Google
Home page
Esplora
Qui vicino
Profilo