1800

Il Velluto di Nuoro

Unioncamere

“Abiti su misura classici, tradizionali o casual con lo stile e l'eleganza di un grande prodotto”

La Storia

Il velluto prende il nome dal latino vellus, proprio perché tessuto caratterizzato da un fitto pelo sulla faccia del dritto. 

Di origine orientale, si diffuse in Occidente verso il tredicesimo secolo presso le classi più agiate. Nel Cinquecento, periodo in cui si affermò una netta distinzione tra i tessuti per l’abbigliamento e quelli per l’arredo, la produzione del velluto si diffuse anche in Italia.

Pur esistendo velluti di lana e di seta, il più diffuso è senza dubbio quello di cotone. Diversi capi tra cui giacche, pantaloni, berretti, e diversi tipi di tessitura, liscia o a coste, rendono il velluto una stoffa poliedrica, adatta ad interpretare qualsiasi stile. 

In Sardegna probabilmente il velluto giunse con i catalani, e per secoli fu chiamato “terciopelo alla spagnola”. Nostante il nome, questo tessuto veniva fabbricato in Italia per tutto il resto d’Europa.

Ma è solo nella nella seconda metà dell’Ottocento che il velluto divenne popolare, quando alla testa di una schiera di tessuti di fabbricazione industriale, come la saia, il panno e il fustagno, cambiò il modo di vestire tradizionale maschile.

I primi capi di abbigliamento da uomo su misura furono eseguiti dal giovane Aurelio Pinu nel 1954, anno in cui aprì il suo laboratorio nella piccola cittadina di Nuoro. In seguito all’esperienza fatta negli atelier francesi, che gli consentirono di acquisire le tecniche e i segreti dell’arte sartoriale, il giovane sardo tornò in patria.

La realizzazione di abiti di velluto e di camicie di cotone che rievocano gli antichi capi della tradizione sarda, oggi costituiscono il principale motivo di interesse e richiamo di residenti d’oltremare, turisti e vip.

Il Velluto

La sartoria del velluto ha organizzato nel tempo il suo lavoro e le sue risorse, per riuscire oggi a proporre oltre al capo su misura, una vasta gamma di articoli di qualità che soddisfino le esigenze del mondo maschile, offrendo anche abbigliamento pronto, maglieria, intimo e accessori.

Fiore all’occhiello rimane tuttavia l’abbigliamento su misura, dal classico alla cerimonia, dal tradizionale sardo al casual, sempre nello stile e nell'eleganza dettata dall’esperienza.

Il Territorio

Situato nel cuore della Sardegna, la provincia di Nuoro occupa la zona centrale montuosa e gran parte della costa a est dell'isola, nonché un breve tratto di quella a ovest. 

Estesa tra la provincia di Sassari a nord, quella di Oristano a ovest e quella di Cagliari a sud, con i suoi 100 comuni fa registrare una densità demografica tra le più basse d'Italia. 

Presenta una configurazione orografica diversificata, passando dai dolci declivi delle valli del Mandrolisai, all'asprezza dei dirupi delle coste, che si alternano ad ampie distese di sabbia: un territorio che tocca i mari e comprende pianure, altipiani, colline e montagne. 

Nella porzione sud-ovest della provincia si trova il Sarcidano, un'area costituita da calcarei giurassici, da valli profonde disposte tutt'intorno all'altipiano di Santa Sofia, ricoperto da lecceta, carpino nero e ginepro, popolato da cinghiali e martore, dalle ghiandaie e dall'astore.

Riconoscimenti: storia

Curator — Camera di Commercio di Nuoro

Ringraziamenti: tutti i partner multimediali
In alcuni casi, la storia potrebbe essere stata realizzata da una terza parte indipendente; pertanto, potrebbe non sempre rappresentare la politica delle istituzioni (elencate di seguito) che hanno fornito i contenuti.
Traduci con Google
Home page
Esplora
Qui vicino
Profilo