La Casa dell’identità italiana - La potenza del Limite

Padiglione Italia Expo Milano 2015

Viaggio nella Mostra “La Casa dell’Identità Italiana”

Viaggio nella Mostra “La Casa dell’Identità Italiana”
La Casa dell’Identità Italiana non era una mostra, ma un progetto sensoriale ed emotivo con l’obiettivo di dare orgoglio e consapevolezza ai giovani di quante meraviglie possieda l’Italia. Per questo si è scelto un linguaggio contemporaneo, scevro da filtri o canoni museali, fatto di multivisioni e concetti semplici esposti in modo divertente. Per poter ricreare l’identità italiana sono state visitate tutte le Regioni da Marco Balich, Direttore Artistico di Padiglione Italiana, insieme ai sociologi Bonomi e De Rita per mostrare cos’è l’Italia oggi. Ogni Regione ha consegnato storie virtuose di “saper fare”, di “bellezza” e di “futuro”. Nel percorso espositivo si sono identificate ed espresse tali “Potenze” attraverso tecnologia e provocazioni e l’energia vitale del “Vivaio”, la vera forza propulsiva dell’Italia, concetto alla base del percorso del Padiglione Italia e del suo simbolo, l’Albero della Vita, macchina scenica pensata per far guardare le persone verso l’alto, verso il futuro.
Le “Potenze” raccoglievano sotto semplici concetti molti contributi italiani al tema di Expo 2015 “Nutrire il pianeta, energia per la vita”. Storie di donne e uomini straordinari, capaci di rendere la terra produttiva, amandola e rispettandola nella “La potenza del saper fare”. Sorprendenti “ultrapanorami” con paesaggi e architetture italiane hanno rappresentato “La potenza della bellezza”. “La potenza del futuro” raccontata come un superamento dei limiti e infine un favoloso giardino a forma d’Italia con semi da ogni Regione per rappresentare la biodiversità italiana. Per finire, <b>"La potenza del limite"</b> descrive come gli ostacoli e le difficoltà possano diventare un modtore di creatività e ingegno. Oltre a ciò erano presenti provocazioni come “Il mondo senza Italia”, i percorsi sensoriali “in assenza di vista”, l’arte e i mercati. Un percorso espositivo ricco e affascinante per lasciare molte domande e tentare qualche risposta. La sezione espositiva evidenziata in rosa è dedicata alla "Potenza del limite".
Il mondo senza Italia
Quanti americani sanno che la Casa Bianca, uno dei simboli degli Stati Uniti, non esisterebbe, nella forma che tutti conosciamo, se non fosse esistito un architetto italiano (Palladio)? Quanti chef stellati dovrebbero cancellare metà del loro menu senza il contributo straordinario della cucina italiana? Quanto la bellezza italiana ha condizionato e caratterizzato l’estetica contemporanea? Una provocazione: il racconto “in assenza di…” Come raccontare la complessità e lo straordinario contributo dell’Italia allo sviluppo della cultura di tutti i Paesi del mondo, in modo immediato, divertente e memorabile? Togliendola dalla mappa.

Il mondo senza Italia, dettaglio

Balance is the result of choices.

What do we want
Is it for us
Is it for you?

Leather boot
Are you us?

Skin, Mediterranean
Leftovers

Sent over
Cross the sea

Are you me?
Come over

Balance is the result of choices

Empty boot shape
In a full basin

On the Swiss shores
Kids silently playing

Chocolate paper
The heart boot of opulence and hate

Hunger of Chokora paper and waste

1300 is not a distance
Sugar coated leftovers

No Venice, left lovers,
no bells reverb

No marbles in Florence
The basin would echo the cry

Balance is the tone of our voices

Pigeons like seagulls
Following ships to den mittel Europa

Did find the plastic, did find the copper

Finally landed in Salzburg, Geneva

Rust cages, meat loafs
Rottingly even
When lakes become fjords

Ships tend to drift-off
Bottle milk blue

Float not I am
Mold is new vintage

Bottle dry glue
More just percentage

Bud earth
Boot earth

Spring tender will you

Balance is the result of presence

Black water
Your birth cross the sea

Rusted sink
The basin is full

Mediterranean skin
1400 is not a number

You are us
Balance is the result of knowledge.


(Tommaso Bernabei's poetry)

La Potenza del Limite
Il limite inteso come motore di ingegno e creatività, l’ostacolo inteso come elemento propulsivo per la creatività. Un pensiero creativo che genera idee innovative, soluzioni nate localmente ma valide globalmente in risposta ai temi di Expo 2015. Questo è lo spazio in cui abbiamo raccontato che cosa sono i semi del nostro Albero, le piccole grandi idee che vogliamo condividere con il resto del pianeta: invenzioni, progetti, realtà industriali generate da una rete di competenze che unisce centri di ricerca, imprenditoria, università e privati cittadini. All'interno dei visori, i video, realizzati dagli studenti del Centro Sperimentale di Cinematografia di Milano, descrivevano la storia in un minuto.

Regione Abruzzo
Pier Paolo Visone - Peltuinum
“Lo zafferano curativo”
Non solo una grande spezia, lo zafferano contiene una molecola che può essere usata nella cura di patologie oculari.

Provincia Autonoma di Bolzano - Alto Adige
Walter Huber - Progetto H2
“Il benzinaio ecologico”
Per costruire un futuro sostenibile dobbiamo diversificare le nostre attuali fonti di energia con soluzioni alternative: l’idrogeno per autotrazione è una di queste.

Regione Basilicata
Daniele Gioia - Recofunghi
“Funghi dai fondi del caffè!”
Crescere funghi dai fondi di caffè potrebbe non essere la soluzione al problema della nutrizione, ma è sicuramente parte di uno stile di vita sostenibile, ed è un’idea divertente!

Regione Calabria
Carmelo Basile - Fattoria La Piana
“Pecorino a impatto zero”
Come produrre un pluripremiato pecorino a un prezzo concorrenziale? Riciclando ogni scarto di produzione…

Regione Campania
Antonio Limone - Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno
“Il QR code del cibo”
Un sistema di controllo che, grazie a un semplice QR code, garantisce la sicurezza del cibo che compriamo.

Regione Emilia-Romagna
Eros Gualandi - Coop “il raccolto”
“Agricoltura di precisione”
L’agricoltura convenzionale spreca grandi quantità di fertilizzanti e altri prodotti per la scarsa precisione delle stime. La tecnologia può risolvere il problema.

Regione Friuli Venezia Giulia
Barbara Codan - Genius Food
“L’app che sa leggere”
Questa app fornisce informazioni complete sui prodotti per rendere la spesa dei consumatori più facile e più sicura.

Regione Liguria
Sergio Gamberini - Ocean reef
“L’orto di Nemo”
Direttamente ispirato a Jules Verne, una coltivazione di basilico sul fondo del mare. Se il suolo non è sufficiente…

Regione Lombardia
Lelio Mondella - Calvisius
“Lo storione italiano!”
Il caviale italiano, un’eccellenza mondiale prodotta grazie a un sistema di riscaldamento dell’acqua che recupera quella di una vicina acciaieria.

Regione Marche
Enrico Loccioni - Loccioni group
“Adottare un fiume!”
Un’industria che si prende cura di un fiume. Ora messo in sicurezza per le persone, l’ambiente è in grado di fornire energia pulita.

Regione Molise
Dalila Trupiano - Banca del germoplasma
“Il DNA dei fagioli”
Studiare ogni cibo con un metodo scientifico permette di certificarne la qualità e preservare la sua unicità biologica per il futuro.

Regione Piemonte
Adriano Marin - WOW Water
Una macchina a basso costo in grado separare le molecole inquinate (comprese quelle radioattive) nell’acqua.

Regione Puglia
Paolo Bellolari - Conservatorio botanico I giardini di Pomona
“Fichi dei miracoli”
La pianta di fico potrebbe diventare strategica per l’alimentazione del futuro: non ha bisogno di trattamenti e cresce praticamente dovunque. Vale la pena studiarla.

Regione Lazio
Giorgia Ferrari - Ferrari Farm
“Pomodori su Marte”
Le piante possono crescere ovunque! La prima coltivazione idroponica, in ambiente sterile, d’Europa.

Roma Capitale
Maria Fermanelli - Cose dell’altro pane
“Farine per tutti”
Il cibo che mangiamo non può essere fonte di discriminazione, per questa ragione il cibo senza glutine deve essere buono come gli altri.

Regione Autonoma della Sardegna
Luca Ruiu - “Bioecopest”
“I pesticidi naturali”
Come evitare di usare pesticidi chimici? Facendo ammalare gli insetti dannosi con microbi inoffensivi per l’uomo.

Regione Siciliana
Enrica Arena
“Il filo d’arancia”
Con gli scarti si può fare di tutto, anche realizzare un tessuto.

Regione Toscana
Aviator
“Droni per l’agricoltura”
I droni in agricoltura possono essere molto utili per riconoscere anomalie nei campi coltivati.

Provincia Autonoma di Trento
Alberto Ferrarese - Biosoil Expert
“Curare la terra con le radici”
Una soluzione naturale per ridurre l’erosione delle rive dei corsi d’acqua. Piante “normali” con radici giganti.

Regione Umbria
Catia Bastioli - Novamont
“Plastica biodegradabile? Si può!”
La “plastica che scompare in due settimane” grazie alla produzione basata su materiali organici.

Regione Autonoma Valle d’Aosta
Mauro Jaccod - Skyway Monte Bianco
“Bollicine in alta quota”
“Il limite è il cielo”, ma non per questa cantina vinicola situata sulle pendici del Monte Bianco.

Regione Veneto
Elisabetta Collini - Progetto Quenthrel
“Impariamo dalle piante”
Il limite dell’energia solare è la scarsa efficienza dovuta alla dispersione. Le piante, invece, sono incredibilmente efficienti.

Ringraziamenti: tutti i partner multimediali
In alcuni casi, la storia potrebbe essere stata realizzata da una terza parte indipendente; pertanto, potrebbe non sempre rappresentare la politica delle istituzioni (elencate di seguito) che hanno fornito i contenuti.
Traduci con Google
Home page
Esplora
Qui vicino
Profilo