Padiglione Italia e i Territori: Sud e Isole

Padiglione Italia Expo Milano 2015

Un viaggio attraverso le regioni italiane

La Grande Bellezza dei Territori italiani
Il rapporto tra territori e Padiglione Italia si è configurato come un rapporto di contaminazione reciproca. Padiglione Italia si è rivelato capace di incorporare e rappresentare la vibratilità e la creatività dei territori. La presenza regionale nell’ambito della mostra permanente di Padiglione Italia si è mossa lungo i tre assi concettuali proposti da Marco Balich e Diana Bracco ed è stata elaborata grazie ai contributi raccolti nei seminari territoriali svolti tra ottobre e dicembre 2013. Per dare senso, tensione e direzione di marcia alle potenze della bellezza, del limite, del saper fare e del futuro è stato necessario che le regioni si rappresentassero in discontinuità rispetto alle immagini stereotipate dei paesaggi, delle società e dei territori. La presenza delle regioni in Expo non si è limitata alla mostra permanente di Padiglione Italia. Le regioni hanno elaborato modalità di rappresentarsi anche nelle loro settimane di esposizione a rotazione e in un ricco palinsesto di eventi di grande rilevanza sociale e scientifica organizzati all’interno di Expo. In quello che si è rivelato poi come un grande “fuori Expo”, sono stati realizzati dalla <a href="http://www.regioni.it/">Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome</a> ben 14 seminari tematici transregionali su temi fondamentali: dall’acqua al paesaggio, dalla longevità alla dieta mediterranea, dalla food research alle città d’arte, dalla qualità della vita al wellness. Convegni che hanno avuto una vasta eco. Le regioni e i comuni italiani hanno lavorato insieme dando voce a tutte le piattaforme territoriali che compongono uno straordinario mosaico.

Matera e la Basilicata: la cultura dell'acqua. Una risorsa strategica per la nutrizione, l'energia, l'innovazione, la solidarietà e lo sviluppo economico e sociale.

La combinazione di cultura e di bellezze paesaggistiche, la forza della tradizione e know-how, il valore dell'innovazione per il cibo futuro: questi sono i messaggi che la Calabria ha portato alla Expo attraverso diverse iniziative. Tra questi "Calabria Handamade, dal sapere al fare", una mostra di creazioni in argento e oro che rappresentano la tradizione calabrese orafo. O "Il cibo per gli Dei, il cibo per gli uomini", in cui un centinaio di reperti archeologici, dipinti e altri oggetti dai Musei Nazionali della Calabria hanno mostrato la ricchezza del patrimonio culturale della regione. Infine, il ciclo di incontri "Le nuove frontiere del cibo" hanno narrato un'agricoltura che dalla tradizione guarda al futuro, raccogliendo le sfide globali e le nuove esigenze dei consumatori e dei mercati.

Sincerely, Molise.
Un viaggio che non ti aspetti.
Ritratti, gesti e vedute del quotidiano vivere molisano sono stati mostrati ai visitatori tramite i quattro elementi naturali: la terra, il fuoco, l'aria e l'acqua. La linfa vitale di una terra, la storia di una Regione che si presenta come "laboratorio del buon vivere" e "del buon gusto" e che continua a lavorare sull'unicità di un territorio oggi più che mai aperto all'innovazione.


La tradizione e il saper fare della Regione Puglia sono stati raccontati ai visitatori di Expo Milano 2015 in un "percorso di luce" particolare e unico che li ha lasciati a bocca aperta. La luce del paesaggio rurale pugliese era catturata in uno "spazio emozionale", in cui i visitatori, trovando ristoro per il corpo e la mente, erano avvolti dai suoni e dalle immagini di un uliveto secolare, dalle luminarie delle feste patronali, dalle facciate di pietra bianca delle cattedrali pugliesi.

Sardegna, Isola senza fine.

Un viaggio che parte dalle coste e si addentra in una conoscenza sempre più profonda dell’Isola senza fine in un’esperienza multisensoriale, tattile, olfattiva, sonora e del gusto.
Il senso dello spazio era totalmente basato su qualità e sostenibilità, sulle eccellenze ambientali e dell’innovazione legata alla tradizione e sulla grandissima capacità di riciclare materiali di ogni tipo.
Infine un’installazione interattiva del CRS4 sui Giganti di Mont’e Prama, sintesi della ricchezza archeologica e culturale dell’isola, con un’immersione virtuale nei fondali in 3D sulle aree marine protette.

La Sicilia è una regione aperta all'innovazione, alla creatività, alle start-up, agli investimenti stranieri legati in particolare al cibo, agli alimenti sicuri, ai beni culturali e al turismo in aree di straordinaria bellezza.

La Sicilia è stata la protagonista del calendario del Padiglione Italia per tre settimane:
Nella prima settimana, gli eventi sono stati legati alla "terra": “la biodiversità nel Mediterraneo”, “la Smart land come connubio tra smart cities e villaggi rurali”, “la promozione dell'eccellenza in Sicilia”.
Nella seconda settimana il tema era l’"acqua", con incontri su una sana alimentazione, sui confini del Mediterraneo, l'economia dell’ambiente marittimo, il vino e i cereali siciliani.
La terza settimana era invece dedicata al "fuoco" dell’innovazione di una regione che sta cambiando radicalmente, e che sta tentando di rimanere al passo con gli ultimi sviluppi tecnologici.

Ringraziamenti: tutti i partner multimediali
In alcuni casi, la storia potrebbe essere stata realizzata da una terza parte indipendente; pertanto, potrebbe non sempre rappresentare la politica delle istituzioni (elencate di seguito) che hanno fornito i contenuti.
Traduci con Google
Home page
Esplora
Qui vicino
Profilo