Women for Expo: Inclusione sociale

Padiglione Italia Expo Milano 2015

Donne protagoniste a Padiglione Italia

Progetti dedicati alle donne detenute in carcere
"Ricci, limoni e caffettiere" dell'Associazione Liscìa. Il contesto in cui ha avuto luogo la realizzazione del progetto è la Casa Circondariale Femminile di Rebibbia, carcere femminile, che comprime fortemente la personalità delle detenute attraverso divieti e restrizioni dell’agire e dell’essere. Le personalizzazioni si appiattiscono, per assoggettarsi a norme uguali per tutte. L’idea progettuale è stata quella di proporre sei laboratori di Gioco all'interno degli spazi di Rebibbia articolate in un percorso, ogni giornata si è focalizzata su un tema: il carcere al femminile, la bellezza, la salute, i sapori, gli espedienti, le scritture. Il risultato finale del progetto, il libro Ricci, limoni e caffettiere. Piccoli stratagemmi di una vita ristretta, ha l'ambizione di presentare le autrici del libro in quanto donne prima che detenute, in quanto sapienti prima che condannate, in quando autorevoli prima che emarginate.

Attraverso la vendita dei manufatti Made in Carcere remunera le donne detenute coinvolte e propone una “piattaforma organizzativa” di contenuti (produzione) e contenitore (marketing).

La Libera Scuola di Cucina coinvolge donne detenute in percorsi formativi che sviluppano competenze professionali spendibili. La particolarità della scuola è di organizzare eventi didattici che coinvolgono la comunità esterna.


Progetti dedicati ad altre parti fragili della società
"Ragazzi in erba. Una storia aromatica" di Anffas Mestre Onlus è unl progetto di orto-terapia, sviluppato in una frazione del comune di Quarto d'Altino, nella provincia di Venezia, con l’obiettivo far incontrare un gruppo di ragazzi disabili residenti in una comunità educativa, con la realtà circostante, in modo particolare con il verde naturale, gli elementi vegetali e il paesaggio. Gli effetti dell’esperienza sul gruppo dei ragazzi coinvolti sono stati molto articolati e profondi. La creazione e la cura di un giardino orto-terapico come luogo di crescita diffusa, da un punto di vista funzionale, personale e sociale, ha fatto emergere, come dato empirico, una cultura del sapere femminile vissuta da tutti gli attori in gioco.

In Italia ogni giorno vengono diagnosticati 1.000 nuovi casi di tumore.
"Via Lattea: la galassia delle donne" si propone di supportare le donne immigrate per sopperire alla mancanza di adeguati supporti e strumenti linguistici che facilitino la comprensione e la comunicazione con il personale medico.

Micro Food Workshop è un laboratorio di cucina a cui hanno preso parte donne senza dimora, operatori sociali, studenti, designer e antropologi. Il recupero di gesti quotidiani ha permesso la condivisione di ricordi ed emozioni.

Ringraziamenti: tutti i partner multimediali
In alcuni casi, la storia potrebbe essere stata realizzata da una terza parte indipendente; pertanto, potrebbe non sempre rappresentare la politica delle istituzioni (elencate di seguito) che hanno fornito i contenuti.
Traduci con Google
Home page
Esplora
Qui vicino
Profilo