Ci troviamo in Campo della Pescheria, 30125 San Polo, Venezia VE.

E' quasi l'alba, al mercato del Rialto bisogna andare presto se si vuole trovare ancora qualche cosa di buono e fresco.


Oggi il mercato di Rialto ospita il tradizionale mercato del pesce sotto alle Logge della Pescaria (Pescheria), e quello della frutta e verdura nell’adiacente Campo de l’Erbaria (Piazza delle Erbe).


Il mercato apre alle sette della mattina e chiude alle 12.30.
Ecco un tipico gondoliere moderno al telefono, che attende i primi turisti.

Imbarcazioni che attraccano vicino al Mercato Rialto per scaricare il pesce, frutta e verdura.

Uno scorcio del mercato.

Il mercato è anche un momento dove scambiarsi un saluto, molti turisti vanno a vedere il mercato ma coloro che veramente conoscono e comprano i prodotti tipici sono proprietari di ristoranti locali.

Fruttivendoli e pescivendoli sentono molto il cambio della tradizione, se un tempo i prodotti venivano terminati dopo pochi minuti una volta posizionati sul banco, purtroppo ora rimangono invenduti.

Carciofo violetto tipico di Sant Erasmo,
le castraùre, il primo germoglio.

I pescatori non reagiscano se un gabbiano decide di servirsi di un bottino pregiato, piuttosto di buttare via il pesce invenduto, è meglio che qualcuno ne faccia un buon uso.

I moscardini fanno parte della tradizione degli antipasti bolliti veneziani.
Sono piccoli polipi, che bolliti, con aggiunta di sedano e olio, vengono serviti tagliati a metà, ovviamente bisogna togliere il becco!

Ecco che dal banco passiamo alla preparazione eccezionale di questo semplice e gustoso piatto, polenta e polipo. Quando il mare e la campagna s'incontrano.

Non è sicuramente bello da vedere ma il Pesce go/ghiozzo è uno dei primi piatti tipici della tradizione veneziana (in particolare di Burano). Dopo essere stato bollito per 25 minuti, va preso e strizzato in un panno, il sughetto che ne deriverà andrà nel brodo, che bollirà fino a diventare un concentrato al quale verrà aggiunto altro brodo di pesce...

Anguilla o bisatto grande, diventa un succulento secondo piatto della tradizione veneziana. Alla griglia, sembra quasi una grande bistecca.

Un ulteriore secondo piatto degno della tradizione lagunare sono le seppioline alla griglia, piccole, novelle, il periodo migliore per trovarle è ottobre e novembre.

A VENEZIA si vive di antipasti, in particolare molluschi e crostacei.
Vongole, peoci, capesante, canestrini e cappelonghe eccole qui.... alla griglia con olio e aglio! Una delezia

C'è anche tutta una tradizione di antipasti bolliti: canocchie /cicale di mare, gamberetti, uova di seppia, lumache di mare dette garusoli, granseole (granchi giganti che hanno la forma di cipolle!) e i moscardini. Qui vedete le schie che si mangiano con polenta o fritte!

Le sarde sono quelle più piccole, e si cucinano o alla greca con aceto o al pomodoro con capperi. C'è poi la ricetta citata anche dal Goldoni nella sua opera "Il servitore di due padroni" 1746, che vedeva le sarde accompagnate da cedro candito (importato dall'asia), uvetta e pinoli.

Friggete le sarde con farina e olio bollente, 14 g di sarde=1 Kg di cipolle bianche, cotte con un goccio d'aceto in pentola, molto lentamente, la cipolla deve diventare dolce. Copri le sarde con la cipolla, con uvetta e pinoli e uno strato d'olio per 3 giorni.

Come potete notare dal prezzo le Moeche sono un piatto davvero speciale. Le moeche sono i granchi nel cambio di stagione, quando fanno la muta perdono il carapace e rimangono senza corazza per sole 6 ore. L'acqua salmastra fa in modo che il guscio si ricalcifichi ma qui subentra la figura del moecante, mestiere del 300/400 tra Burano e Chioggia. Il moecante, ormai sono in pochissimi, ha il copito di capire quando il granchio andrà in muta e dovrà essere così attento da prenderlo e portarlo in acqua dolce, in modo tale che il guscio non si ricrei. E' per questo che sono così costose, è un piccolo miracolo. Una curiosità è che anche in Cina vengono molto apprezzate e con il recente aumento della popolazione cinese a Venezia sono nate nuove ricette. (soft-shell crab)
RICETTA alla BURANEA: con uvo battuto, lasciano che assorbano l'uovo da vive, impanate nella farina poi fritte nell'olio.

PESCE TIPICO, DELIZIOSO IMPANATO E FRITTO.

Ed ecco Marco (mia guida fedelissima, figlio di ristoratori veneziani) con un bicchiere di vino e suo cugino che gentilmente ci ha ospitati nel suo bacaro. Il bacaro (da Bacco o da far bacarà-baccano-festa) è una piccola osteria dove si beve il vino (o adesso anche spritz) e si mangia qualcosa di piccolo, rigorosamente in piedi.

Un'ombra de vin, sono bicchierini piccolissimi che si bevono ad ora aperitivo, che per un veneto equivale a sempre. Se siete bravi potreste trovarli anche ad un'euro l'uno.
Anticamente si dice che il vino venisse servito in piazza San Marco come ora si comprano cappelli per il sole. Questi venditori si coprivano dal sole e facevano in modo che il vino rimanesse fresco seguendo l'ombra del campanile ecco perchè “ombra”.

Ecco un'altra tipologia, più moderna, di cicheti veneziani, sono tramezzini principalmente con all'interno tutto quello che potete immaginare es. bolliti misti, funghi, gamberetti, uovo e salsa rosa rigorosamente.

Qui abbiamo optato per un piatto di crudità! Ma anche i secondi : fegato alla veneziana (di vitello con cipolla), anatra piccola della laguna, moeche fritte con l'uovo....

Ed ecco un classico della tradizione veneta, più tipico nella zona del vicentino, ma il baccalà merita di essere assaggiato.
stock = bastone e visch = pesce), ovvero pesce essiccato sul bastone.
Si dice che sia stato importato dai mari del nord intorno al '400 dal mercante Pietro Querini

Il baccalà o stoccafisso, va reidratato per 3 giorni in acqua corrente, può essere bollito o cotto al vapore e poi con l'aggiunta di olio di semi, sale e poco aglio. Chi vuole renderlo più cremoso ci aggiunge del latte.

Spaghi neri con le seppie, bigoli in salsa (rigorosamente da mangiare durante la festa del Redentore) serviti freddi con cipolle e acciughe, risi e bisi e risotto di gò. Sono i primi principali.

Ringraziamenti: tutti i partner multimediali
In alcuni casi, la storia potrebbe essere stata realizzata da una terza parte indipendente; pertanto, potrebbe non sempre rappresentare la politica delle istituzioni (elencate di seguito) che hanno fornito i contenuti.
Traduci con Google
Home page
Esplora
Qui vicino
Profilo