2012 - 2014

Emergence

Emergence

Festival Internazionale di Street Art ed Azioni Urbane
Giardini Naxos, Sicilia

Emergence è un festival internazionale di street art e azioni urbane, e si svolge annualmente a Giardini Naxos (Messina) con il patrocinio del Comune di Giardini Naxos e la Regione Siciliana.

L’obiettivo principale del Festival è quello di consacrare un movimento artistico trasversale che, dopo due decenni di curiosità e interesse sempre crescente da parte di critici, galleristi, collezionisti, editoria e stampa, ha finalmente l’opportunità di definirsi come un punto fermo nell’attuale panorama artistico mondiale.

L’arte va in strada per comunicare in modo diffuso e indiscriminato, diventando necessaria, proprio perché si prefigge come direzione la rivalutazione dei territori dal degrado urbano e culturale. Gli street artist sono eroi contemporanei che, dal principio del loro percorso creativo, perseguono un nobile ideale: la riqualificazione urbana.

Alice Pasquini, nota sulle strade come Alicè, decide ben presto di slegarsi dall’ambito accademico-istituzionale per fare della città lo scenario privilegiato per la diffusione della sua arte, diventando una delle poche donne al mondo a praticare la Street art. Nel corso della sua carriera, iniziata nel primi anni del 2000, ha realizzato più di mille opere pubbliche in decine di Paesi.

Tutto il lavoro di Alicè tende ad una produzione che attraverso scenari composti da donne e bambine racconta momenti di vita vera, emozioni reali dall’ilarità alla malinconia, senza mai cedere al luogo comune.

Vera icona dell’underground in senso stretto.

MP5 è sulla scena nazionale ed internazionale da 13 anni. Oggi lavora su grandi muri in giro per il mondo, con una tecnica che rimette in scena il fumetto punk depurato dai vari orpelli, il suo racconto stilistico non risulta mai sporco o carico, è semplice e di grande impatto. La sua raffinatezza esce fuori grazie alla definizione che crea con l’uso del bianco e nero interrotto da un unico altro colore forte come il rosso fuoco, il verde acido o l’azzurro.

Ericailcane è sicuramente uno dei più originali e interessanti esponenti della scena street italiana: dolce, surreale, sognante, incredibilmente interessante e con una mano superba, ha per anni dipinto le mura del capoluogo emiliano. Il sodalizio con Blu ha dato i migliori risultati nel triennio 2003-2006. Le due personalità si sono completate vicendevolmente in una straordinaria armonia compositiva. E se a Blu era spesso lasciato il compito di figurare esseri umani, Ericailcane si cimentava con i suoi tipici soggetti animali.

Nella seconda metà degli anni Novanta prende forma il percorso creativo di Lucamaleonte. Non ha mai sperimentato la lettera in senso stretto, ha preferito, dall’inizio sfruttare lo spazio rubato alla città con immagini di carattere figurativo. Esasperazione della tecnica, questa è l’impostazione che ha fatto muovere la mano dell’artista per dare forma ai giochi tra luci e ombre e alla ricerca formale che porta avanti con determinazione.

I lavori di Luca Ledda sono caratterizzati da un particolare segno grafico, che conferisce forza e personalità ai soggetti rappresentati. Ironici, surreali e provocatori, i personaggi creati da Luca Ledda hanno un particolare impatto visivo, e fanno sì che lo spettatore non rimanga mai indifferente a ciò che vede.

Pablo S. Herrero è un artista spagnolo dalle mille collaborazioni, con un linguaggio che porta tutti inevitabilmente a mettere radici. Il suo lavoro si insinua in ogni spazio libero della superficie; il suo linguaggio parte da una stilizzazione dell’albero, ricondotto ad una continuità tra apparato aereo e radici, in cui il fusto rappresenta solo un elemento transitorio, come se assorbire (sole, luce) e succhiare (sostanze nutritive) siano le uniche attività degne di nota. In fondo la vita è questo.

Il lavoro di SEIKON gravita attorno a pittura e graphic design. Durante gli anni il suo stile si è evoluto e i suoi interessi si sono focalizzati sull’arte astratta. SEIKON è specializzato nella creazione di pattern geometrici unici che trasformano le diverse superfici con l’uso del colore e del design.

Attualmente l’artista nutre un profondo interesse nelle forme artistiche composte da luce, suoni e installazioni.

Riconoscimenti: storia

Curators — Giuseppe Stagnitta in collaboration with Julie Kogler, Marta Gargiulo
Coordinator — Turi Scandurra
Municipality representatives — Alessandro Costantino, Tino Bosco

Ringraziamenti: tutti i partner multimediali
In alcuni casi, la storia potrebbe essere stata realizzata da una terza parte indipendente; pertanto, potrebbe non sempre rappresentare la politica delle istituzioni (elencate di seguito) che hanno fornito i contenuti.
Traduci con Google
Home page
Esplora
Qui vicino
Profilo