1 mag 2015

Palazzo Italia

Padiglione Italia Expo Milano 2015

Struttura, forma e spazio

La Foresta Biodinamica al cuore di Expo Milano 2015
Per posizione e maestosità architettonica, Palazzo Italia è stato uno dei landmark dell’Expo: posto su uno dei quattro punti cardinali, quello nord, costituiva infatti il fondale scenico del Cardo.

Il progetto è stato realizzato da Nemesi & Partners, con Proger e BMS Progetti per la parte ingegneristica, relativa alle strutture e agli impianti, e con il professor Livio De Santoli per la sostenibilità dell’edificio, che si sono aggiudicati il concorso internazionale di progettazione bandito da Expo 2015 S.p.A. nell’aprile del 2013 battendo l’agguerrita concorrenza di oltre sessanta studi di architettura di tutto il mondo.

Gli autori Michele Molè e Susanna Tradati si sono ispirati al concetto di una “foresta urbana”, immaginando una “pelle” ramificata come involucro esterno dell’edificio che evocava una figuratività primitiva e tecnologica al tempo stesso

L’intera superficie esterna di Palazzo Italia, in cemento “i.active BIODYNAMIC” con principio attivo TX Active brevettato da Italcementi, è costituita da oltre 700 pannelli tutti diversi tra loro ingegnerizzati da Styl-Comp. A contatto con la luce del sole, il principio presente nel materiale consente di “catturare” alcuni inquinanti presenti nell’aria trasformandoli in sali inerti e contribuendo così a liberare l’atmosfera dallo smog. La malta cementizia prevede l’utilizzo per l’80% di aggregati riciclati, in parte provenienti dagli sfridi di lavorazione del marmo di Carrara, che conferiscono una brillanza superiore rispetto ai cementi bianchi tradizionali.

La Copertura
La copertura di Palazzo Italia è una “vela” dal design innovativo che interpreta l’immagine della morbida chioma di una foresta. Caratterizzata da vetro fotovoltaico e da campiture geometriche sia piane che curve è realizzata da Stahlbau Pichler; assieme all’involucro ramificato dell’edificio è espressione d’innovazione sia in termini di progettazione che di tecnologia. L’andamento della copertura trova il suo punto di maggior espressione architettonica in corrispondenza del cuore della piazza interna; un grande impluvio di forma conica si inserisce in “sospensione” sulla piazza e sulla scala centrale irradiandole di luce naturale.

Il successo di Padiglione Italia è testimoniato dagli stessi numeri che parlano chiaro: oltre 2 milioni di persone hanno visitato la mostra “La Casa dell’Identità Italiana” a Palazzo Italia.

266 le alte cariche istituzionali italiane e straniere che hanno visitato Palazzo Italia. Di questi 60 Capi di Stato e di Governo.

Riconoscimenti: storia

PROGETTO ARCHITETTONICO:
Nemesi & Partners Srl, Arch. Michele Molè Fondatore e Direttore e Arch. Susanna Tradati Partner Associato e Project Manager

PARTNERS DI PROGETTO:
Proger SpA- Bms Progetti Srl, Progetto delle strutture e degli impianti, Engineering e Cost Management, Coordinamento della sicurezza in fase di progetto
Prof. Ing. Livio De Santoli, Sostenibilità energetica

IMPRESE DI COSTRUZIONE PALAZZO ITALIA:
Italcementi SpA e Styl-Comp Group, realizzazione dell’involucro ramificato. Italcementi produzione cemento iactive biodynamic, Styl-Comp ingegnerizzazione, produzione e montaggio del rivestimento architettonico ramificato
Stahlbau Pichler Srl, realizzazione vela di copertura

Ringraziamenti: tutti i partner multimediali
In alcuni casi, la storia potrebbe essere stata realizzata da una terza parte indipendente; pertanto, potrebbe non sempre rappresentare la politica delle istituzioni (elencate di seguito) che hanno fornito i contenuti.
Traduci con Google
Home page
Esplora
Qui vicino
Profilo