Caricamento in corso

Angelo Bordoni (1860-1946) si occupa della vetreria fondata dal nonno ed ereditata dal padre, che impiegava circa 400 persone; preoccupato delle conseguenze sulla salute degli operai della lavorazione "a soffio" è tra i primi industriali del settore a introdurre macchine meccaniche almeno per la produzione serializzata, soprattutto flaconi per prodotti farmaceutici. Nel 1906 fonda ad Abbiategrasso il primo Fiaschificio Lombardo, rompendo la tradizione che voleva i fiaschi importati tutti rigorosamente dalla Toscana. Riceve per le innovazioni apportate nelle sue aziende e la quantità di manod'opera impiegata la medaglia d'oro dell'Istituto Lombardo di Scienze e Lettere. Nonostante i fermenti e le rivendicazioni sociali del tempo riesce a mantenere rapporti civili sia con i suoi operai sia con gli affittuari dello stabile di cui era proprietario. In vita fa costruire un Asilo in ricordo della madre. Nel testamento destina all'Ospedale Maggiore 200.000 lire, in memoria sua e della moglie precedentemente scomparsa. Quando vengono richieste delle foto per eseguire il ritratto commemorativo dei due coniugi, Domenico, fratello del benefattore, offre in dono alla Quadreria due ritratti "di famiglia" di Giovanni Battista Pagnotta, eseguiti nel 1927, e che sono una delle rarissime testimonianze dell'attività artistica dell'autore, attivo a Milano dall'inizio del secolo soprattutto come grafico. Questo, di Angelo, eseguito dal vero e con una buona resa fisionomica, lo riprende in una posa spontanea non statica; nella sua cromia calda e smorzata, risulta quasi monocromo.

Dettagli

  • Titolo: Ritratto di Angelo Bordoni
  • Creatore: Giovanni Battista Pagnotta
  • Durata della vita dell'autore: 1871-1951?
  • Data di creazione: 1927
  • Dimensioni reali: h 156 x w 92 cm
  • Tipo: pittura
  • Materiale: olio
  • Genere artistico: Ritratto
  • Supporto: tela
  • Inv.: Ritratti 000707

Scarica l'app

Esplora i musei e divertiti con Art Transfer, Pocket Gallery, Art Selfie e altre funzionalità

Contenuti consigliati

App Google