Mary Anning: La Pioniera della Paleontologia

Scopri la vita e il lavoro di una collezionista di fossili e paleontologa all'avanguardia

A portrait of pioneering fossil hunter Mary Anning (1799-1847)The Natural History Museum

Giorgio III era il sovrano del Regno Unito, la nazione era in guerra con l'esercito napoleonico e Jane Austen scriveva "Ragione e sentimento": questo succedeva durante i primi anni di vita di Mary.
Gli Anning erano dissidenti religiosi e molto poveri. Di nove o dieci figli, solo Mary e suo fratello maggiore Joseph raggiunsero l'età adulta.

Questo è il suo fedele aiutante, Tray.

Jurassic ammonites di The Natural History MuseumThe Natural History Museum

Il padre di Mary, Richard, era ebanista e, nel tempo libero, raccoglieva fossili. Fu lui a insegnarle a cercare e pulire i fossili che trovavano insieme sulla spiaggia, molti dei quali finivano esposti e in vendita nella sua bottega.
Nel 1810, dopo l'improvvisa morte di Richard, la madre Molly la incoraggiò a vendere i reperti per ripagare i debiti di famiglia.

Icthyosaur (1811) di Mary Anning/Joseph AnningThe Natural History Museum

Intorno al 1811, quando Mary aveva 12 anni, suo fratello trovò questo cranio fossilizzato. Mary iniziò faticosamente a scavare e portò alla luce il profilo del relativo scheletro, lungo 2,5 metri.
Gli scienziati pensavano che si trattasse di un coccodrillo. Ai tempi si credeva in genere che le creature sconosciute che venivano riportate alla luce fossero semplicemente giunte da terre lontane.

Georges Cuvier, noto come il "padre della paleontologia", solo di recente aveva presentato la teoria delle catastrofi. L'origine della specie di Charles Darwin sarebbe arrivata 48 anni dopo.

A drawing of a plesiosaur by Mary AnningThe Natural History Museum

Nel 1823, Mary fu la prima a scoprire lo scheletro integro di un Plesiosauro, nome che significa "simile a un rettile". L'esemplare era talmente strano e la notizia si era diffusa tanto rapidamente che alcune voci dicevano che il fossile fosse un falso.

Lo stesso Georges Cuvier contestò la scoperta. Venne programmato un incontro speciale presso la Geological Society di Londra, ma Mary non fu invitata. Dopo un lungo dibattito, Cuvier ammise che era suo l'errore.

Sketches of skulls by Mary AnningThe Natural History Museum

Come molte altre donne e ragazze di Lyme Regis all'epoca, Mary non era molto istruita. Tuttavia, sapeva leggere e aveva studiato geologia e anatomia da autodidatta. Inoltre incontrò e mantenne una corrispondenza con famosi scienziati e collezionisti.

Sketches of teeth by Mary AnningThe Natural History Museum

Nonostante la sua attività di ricerca e identificazione dei fossili fosse molto nota, la comunità scientifica esitava a riconoscere il suo lavoro.

Gli studiosi non le davano spesso credito per le sue scoperte nei loro articoli scientifici, nemmeno quando scrissero della straordinaria scoperta dell'Ittiosauro.

La Geological Society di Londra rifiutò l'ammissione di Mary. In realtà, le donne furono ammesse solo a partire dal 1904.

Dimorphodon macronyxThe Natural History Museum

Nel 1828 Mary scoprì un curioso scheletro, questa volta con una lunga coda e un paio d'ali. Ancora una volta, la notizia del ritrovamento fece rapidamente il giro del mondo. Da Londra a Parigi, gli scienziati proposero teorie su questa "specie sconosciuta del più raro e curioso di tutti i rettili".

"Ciò che aveva scoperto erano i primi resti attribuiti a un Dimorphodon. Si trattava del primo pterosauro scoperto al di fuori della Germania. Il nome Pterodattilo fu coniato in un secondo momento.

A differenza degli ittiosauri e dei plesiosauri, gli pterosauri avevano le ali ed erano ritenuti i più grandi esseri volanti mai esistiti."

Ciò che aveva scoperto erano i primi resti attribuiti a un Dimorphodon. Si trattava del primo pterosauro scoperto al di fuori della Germania. Il nome Pterodattilo fu coniato in un secondo momento.

A differenza degli ittiosauri e dei plesiosauri, gli pterosauri avevano le ali ed erano ritenuti i più grandi esseri volanti mai esistiti.

The Zoological gallery of the British MuseumThe Natural History Museum

Mary continuava a scoprire un fossile dopo l'altro e a vendere i suoi numerosi reperti, alimentando sempre più l'interesse generale verso la geologia e la paleontologia. Le persone accorrevano alle esposizioni di fossili in tutto il paese. Persino i principali musei faticavano a tenere il passo con la richiesta.

Duria Antiquior - A More Ancient Dorset by Sir Henry Thomas De la BecheThe Natural History Museum

Le sue scoperte ispirarono un celebre geologo e amico d'infanzia, Henry De la Beche, a dipingere "Duria Antiquior - A More Ancient Dorset" nel 1830. Vendette le stampe per raccogliere denaro per Mary, che ancora aveva difficoltà a sbarcare il lunario.

"Duria Antiquior", completo di ittiosauro, plesiosauro e pterosauro, è la prima rappresentazione grafica della vita preistorica basata su prove fossili.

Questa espressione artistica è nota come paleoarte e aiuta a comprendere meglio com'era la vita sulla Terra milioni di anni fa.

Mary morì di cancro al seno nel 1847. Venne sepolta qui, a Lyme Regis. Aveva solo 47 anni ed era ancora in difficoltà economiche nonostante una vita di scoperte scientifiche straordinarie.

A specimen of a young ichthyosaurThe Natural History Museum

Oggi il Natural History Museum di Londra mostra alcune delle straordinarie scoperte di Mary Anning, tra cui l'ittiosauro, il plesiosauro e lo pterosauro. Proprio come due secoli fa, i suoi fossili continuano ad attrarre visitatori da tutto il mondo.

Scientists at the Jurassic CoastThe Natural History Museum

E l'eredità di Mary continua a vivere lungo l'aspra Jurassic Coast, ora patrimonio mondiale dell'UNESCO, dove scienziati, appassionati e bambini si riuniscono tutto l'anno per andare a caccia della prossima grande scoperta.

Riconoscimenti: storia

Tutti i diritti riservati © Trustees of the Natural History Museum, Londra

Ringraziamenti: tutti i partner multimediali
In alcuni casi, la storia potrebbe essere stata realizzata da una terza parte indipendente; pertanto, potrebbe non sempre rappresentare la politica delle istituzioni (elencate di seguito) che hanno fornito i contenuti.
Mostra altro
Tema correlato
Tutto inizia da un'idea
Un viaggio tra invenzione e scoperta con il CERN, la NASA e più di 100 musei in tutto il mondo
Visualizza tema
App Google